Sport
football americano

Sulla panchina dei Daemons Cernusco arriva un campione d'Europa

La società ha ufficializzato l'ingaggio di Samuele Rigato, coach della Nazionale italiana campione d'Europa nel 2021.

Sulla panchina dei Daemons Cernusco arriva un campione d'Europa
Sport Martesana, 24 Agosto 2022 ore 12:27

Sarà un nome di prestigio una delle prossime guide tecniche dei Daemons, la squadra di football americano di Cernusco sul Naviglio. Sarà infatti Samuele Rigato, coach della Nazionale italiana, l'Offensive Coordinator del team per la stagione che sta per iniziare.

Una garanzia nella guida tecnica dei Daemons Cernusco

I Daemons Cernusco hanno ufficializzato l’ingaggio per la prossima stagione di Rigato, Offensive Line coach della Nazionale italiana che un anno fa, a Malmoe, ha conquistato il titolo di Campione d’Europa, battendo la Svezia e riportando il titolo continentale in Italia dopo 34 anni.

“Per me è stata una scelta tanto naturale quanto obbligata per dare una scossa a tutto l’ambiente del football e per far capire che i Daemons in questa stagione vogliono ritagliarsi un ruolo importante - ha commentato il presidente James Dewar - Con Samuele e Aristide siamo già al lavoro con l’obiettivo di conquistare i play off, come abbiamo sempre fatto nelle ultime stagioni, per poi giocarci fino in fondo il titolo di Seconda Divisione“.

Rigato a Cernusco ritroverà nello staff tecnico Aristide Marossi (che ricoprirà il ruolo di head coach e Defensive Coordinator), con il quale ha condiviso esperienze e successi in Nazionale:

“Con Aristide ci conosciamo oramai da anni e abbiamo condiviso il lavoro - ha commentato Rigato - Sono felice di lavorare con lui anche per un discorso tecnico legato ad un team. Certo, rispetto alla Nazionale il lavoro che ci aspetta sarà differente, ma l’obiettivo è riuscire a motivare la squadra e farla esprimere al meglio. In Nazionale gli stimoli vengono da sé, qui sarà mio compito riuscire a trasmettere la mia voglia e le mie conoscenze per far crescere tutto l’ambiente Daemons a lungo termine. Non credo nell’one man show, preferisco il coinvolgimento di tutti: giocatori, tecnici, dirigenti. Se tutti si lavora e si collabora all’unisono poi il risultato è una conseguenza naturale.

“La verità è che quando ho parlato sia con Aristide che con il presidente, è scattato dentro di me un fuoco che covavo da tempo e che aveva solo bisogno di venire fuori. Non sarà una stagione semplice, ma ho detto di sì subito, condividendo obiettivi e ambizioni importanti“.

Rigato in passato ha avuto anche importanti esperienze a Castelfranco con i Cavaliers e a Padova con i Saints.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter