Sport

Tra Sampdoria e Juventus vince... la Giana

Incredibile episodio avvenuto domenica al Marassi: per uno scambio di striscioni, in campo sono finiti i ringraziamenti a Oreste Bamonte.

Tra Sampdoria e Juventus vince... la Giana
Sport Martesana, 21 Novembre 2017 ore 15:39

Nel match che ha visto contrapposte Sampdoria e Juventus il vero vincitore è un altro. Che allo stadio non era nemmeno presente. A trionfare, infatti, è stato Oreste Bamonte, il pres della Giana Erminio di Gorgonzola., ringraziato in mondo visione.... per un errore.

Sampdoria e Juventus ringraziano Bamonte

Un errore incredibile quello avvenuto domenica pomeriggio al Marassi. Infatti, come accaduto in diversi campi della Serie A, prima del fischio di inizio sono scesi in campo gli striscioni dedicati alla raccolta fondi per l'Unicef. In teoria doveva essere esposto il numero di telefono cui indirizzare le donazioni, invece a Genova è stato mostra a tutti un secco "Grazie pres!!". Con tanto di logo della Giana Erminio e sguardi stupefatti di spettatori e addetti al lavoro.

Ma come è finito a Marassi?

La vicenda che sta dietro allo striscione ha del comico. Ovviamente si tratta solo di possibili ricostruzioni, perché è davvero difficile immaginare come uno striscione possa essere volato da Gorgonzola a Genova. L'ipotesi più probabile è quella di uno scambio. Infatti in passato uno striscione Unicef era stato esposto anche al Comunale di Gorgonzola.  Niente di più facile che, al momento della riconsegna. ci sia stato uno scambio e invece che quello dell'Unicef è stato consegnato quello realizzato dai tifosi per ringraziare il presidente in occasione dell'inaugurazione dello stadio.

Robe da matti

Nessuno a Genova ha pensato di dare un'occhiata allo striscione prima di portarlo in campo, così quando è stato srotolato ecco la bella sorpresa nell'imbarazzo generale. Al di là della gaffe, il presidente Bamonte avrà apprezzato lo stesso, soprattutto se si considera che poche ore più tardi la sua Giana avrebbe rifilato "5 pere" agli avversari del Prato. Insomma, un ringraziamento anticipato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter