Sport

Occasione fallita, parità tra Giana Erminio e Virtus Verona

I padroni di casa concludono il primo tempo in vantaggio, ma si fanno acciuffare in apertura di ripresa.

Occasione fallita, parità tra Giana Erminio e Virtus Verona
Sport Martesana, 17 Febbraio 2019 ore 09:55

GIANA ERMINIO-VIRTUS VERONA 1-1

Giana Erminio (3-5-2): Leoni, Perico, Gianola, Montesano, Iovine, Dalla Bona (Mutton 32’ st), Pinto (Mandelli 40’ st), Barba (Palesi 14’ st), Giudici (Lanini 14’ st), Rocco, Perna (Capano 40’ st). A disp: Sanchez, Taliento, Bonalumi, Sosio, Seck, Pirola. Allenatore: Cesare Albè

Virtus Verona (3-4-1-2): Chironi, N’ze, Trainotti (Lavagnoli 1’ st), Sirignano (Rossi 35’ st), Onescu, Giorico, Casarotto, Pinton, Grbac (Danieli 29’ st), Nolè (Fasolo 32’ st), Gandolfo. A disp: Sibi, Giacomel, Manarin, Ferrara, Frinzi, Rubbo, Merci, Goh N’Cede. Allenatore: Luigi Fresco

Direttore di gara: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna. Assistenti: Alex Cavallina di Parma e Salvatore Emilio Buonocore di Marsala

Marcatori: Iovine 36’ pt, Casarotto 1’ st

Recupero: 1’ pt, 5’ st

Angoli: 4-2

Ammoniti: Casarotto 33’ pt, Iovine 19’ st, Sirignano 25’ st

Espulsi: nessuno

Partità

E' finito in parità lo scontro diretto del comunale di via Milano tra i padroni di casa della Giana Erminio, terzultimi in classifica e il fanalino di coda Virtus Verona. Un punto a testa che in chiave salvezza serve poco a entrambi.  Per i biancoazzurri l'appuntamento con i tre punti è rimandato necessariamente alla prossima settimana, quando saranno attesi da un altro scontro diretto: l'Albinoleffe, penultimo.

Primo tempo per i padroni di casa

Inizio guardingo da parte di entrambe le formazioni. Poi al 16’ dopo uno scambio al limite dell’area fra Rocco e Iovine, l’accorrente Barba conclude alto. Lo imita un minuto più tardi Dalla Bona. Da segnalare al 20' un'altra occasione per la Giana con botta dal limite di Perico, fermata da Chironi.

Paura in area biancazzurra

La Virtus si affaccia nell'area avversaria al '22: cross da punizione di Casarotto, rovesciata mancata di Nolè e palla che attraversa tutta l’area. Alla fine Iovine spazza. Poi è ancora Giana al '25 con una punizione dai 25 metri di Dalla Bona ben parata dall'estremo difensore veneto.

Giana in vantaggio

Dopo un'altra punizione di Dalla Bona e un contropiede sanguinoso della Virtus, i padroni di casa passano. Al 36’ Iovine dopo essersi scambiato sulla fascia sinistra con Giudici, aggancia un traversone di Perico, vince un contrasto con Pinton e conclude a rete, battendo Chironi.

Reazione Virtus

La reazione degli ospiti è rabbiosa. Al 40' punizione centrale dai 25 metri di Grbac che conclude diretto in porta. Leoni respinge in tuffo, Nolè da distanza ravvicinata spreca il tap-in calciando alto. Al 45’ Gandolfo aggancia un cross dalla sinistra e di testa gira a lato di un soffio, dove Nolè era in agguato ma non ci arriva di pochissimo.

Secondo tempo, subito pari

Cambio per mister Fresco dal 1’ della ripresa, con Lavagnoli che rileva Trainotti. Dopo un giro di lancette la Virtus Verona trova il pareggio: cross dalla destra agganciato da Casarotto, che scarta la marcatura di Giudici e incrocia un rasoterra all’angolino basso.

La partita si innervosisce

I padroni di casa ci riprovano. All’11’ angolo per la Giana, Dalla Bona in mezzo, la difesa allontana, Dalla Bona riaggancia e passa a Barba per la conclusione, dove esce coraggiosamente Chironi con un pugno: sugli sviluppi la palla arriva a Perna, che di poco conclude fuori. Al 14’ doppio cambio per la Giana: fuori Giudici per Lanini e fuori anche Barba per Palesi. La partita si fa accesa e al 19’ Iovine si becca un giallo per l’atterramento di Grbac e per la Virtus Verona c’è una punizione centrale dai 22 metri: Nolè calcia sulla barriera.

Traversa Giana

Al 26’ Giana vicina al raddoppio con Rocco, che aggancia un cross di Lanini dalla sinistra, si gira in mezzo alle marcature strette e conclude di pochissimo alto. La Giana attacca a testa bassa e un minuto dopo ci prova Palesi dalla distanza, con un tiro di potenza con il quale colpisce una clamorosa traversa. Al 29’ cambio per mister Fresco, che inserisce Danieli al posto di Grbac.

Occasione Virtus

Al 32’ per la Giana entra Mutton al posto di Dalla Bona, mentre per la Virtus Verona esce Nolè per Fasolo. Al 35’ mister Fresco è costretto a sostituire l’infortunato Sirignano con Rossi. Al 38’ la Virtus Verona guadagna il primo corner della gara, che Mutton allontana; sugli sviluppi Gianola salva la porta da un tiro a botta sicura.

Ultimi tentativi

Al 40’ mister Albè inserisce Mandelli per Pinto e Capano per Perna. Al 44’ sale la Virtus Verona e Fasolo da posizione centrale al limite prova la conclusione, di poco oltre l’incrocio. Nei minuti di recupero è assedio Giana, ma al 48’ c’è una punizione dalla destra per la Virtus Verona: Giorico crossa in area, dove Mandelli devia in corner. Nulla di fatto, Giana e Virtus Verona non si fanno male.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter