Sport
Lo sport che ci piace

L'avversaria scoppia a piangere, fa invasione di campo per consolarla

Durante una partita di pallavolo Under 12 tra Polisportiva Liscate e Cernusco sul Naviglio un gesto di amicizia e sportività.

L'avversaria scoppia a piangere, fa invasione di campo per consolarla
Sport Melzese, 07 Maggio 2022 ore 10:40

L'avversaria è scoppiata a piangere dopo un momento particolarmente teso della partita. La giocatrice della Polisportiva San Giorgio Liscate non ha esitato, ha fatto invasione di campo e ha abbracciato la rivale che stava vivendo un momento di difficoltà.

Un esempio di fair play

Una storia di sportività e di rispetto che arriva da Liscate. Sabato 30 aprile nella palestra di via Dante si stava disputando il match tra la Under 12 di pallavolo locale e le coetanee di Cernusco sul Naviglio. Una partita molto tirata, punto a punto (sarebbe terminata poi 3 a 2 per la squadra ospite) dove la tensione era evidente. Una delle giocatrici cernuschesi ha avuto un momento di difficoltà e dopo una serie di errori ha iniziato a non sentirsi a suo agio. A nulla sono valsi i tentativi della sua allenatrice e delle compagne di rincuorarla, a un certo punto è scoppiata a piangere in mezzo al campo.

Durante un cambio palla il gesto inaspettato: due giocatrici di Liscate hanno fatto invasione di campo, sono passate sotto la rete e una di queste è andata dalla rivale in lacrime. E l'ha abbracciata. Un gesto spontaneo, di sostegno e amicizia, anche se le due non si conoscevano minimamente. Dopo un primo momento di sorpresa, il pubblico e il resto delle pallavoliste sono esplose in un fragoroso applauso a sottolineare il gesto compiuto.

"Vale più di una vittoria"

Profondamente orgoglioso l'allenatore della Polisportiva Daniele Zucchinelli:

«Non succedono spesso episodi come questi durante una partita, anzi molte volte si assiste a spettacoli poco edificanti sia in campo che sugli spalti - ha continuato il mister - Penso che questo gesto nella sua semplicità mi abbia ripagato del tanto lavoro fatto in palestra più di una vittoria».

Terminata la partita le ragazze si sono trovate nel parcheggio.

«Mi hanno detto che si sono scambiate i numeri di cellulare e i contatti e sono diventate amiche».

Punto, set, match.

Seguici sui nostri canali