ciclismo

La bici “made in Martesana” vince il Tour de France. Prima volta storica per Colnago

Realizzato nella notte un telaio giallo per la passerella sugli Champs-Élysées che incoronerà oggi Tadej Pogacar.

La bici “made in Martesana” vince il Tour de France. Prima volta storica per Colnago
Martesana, 20 Settembre 2020 ore 11:35

Martesana protagonista al Tour de France. Qualche giorno fa vi avevamo raccontato la storia di Ernesto Maggioni, carugatese (e papà del sindaco) giudice alla Grande Boucle. Domenica 20 settembre 2020, la corsa più famosa di Francia ha incoronato una storica eccellenza del nostro territorio. Colnago per la prima volta nella sua storia trionferà a Parigi.

Colnago vince il Tour de France: è la prima volta

La corsa in giallo sabato 19 settembre 2020 ha visto un clamoroso ribaltone tutto sloveno in vetta. Tadej Pogacar, che domani, lunedì, compirà 22 anni, ha superato in classifica proprio all’ultimo il connazionale Primoz Roglic, che sinora aveva dominato la corsa. Un finale incredibile, che  nella passerella finale ha poi incoronato il giovane talento balcanico. E che ha fatto sorridere anche la Martesana. Sì, perché il campione della UAE Emirates ha portato per la prima volta nella sua storia la Colnago a vincere il Tour. Perché l’azienda cambiaghese, che ha fatto correre campioni del calibro di Merckx e Saronni, Maertens e Ballerini, ha vinto corse di ogni genere, ma mai un Tour de France.

La chiamata di Merckx

“Ernesto, sto piangendo per te. Questo è il primo Tour vinto dalle tue bici”. Il primo a chiamare Colnago è stato il “suo” più grande campione. Eddy Merckx, finita la cronometro di sabato, ha alzato la cornetta e telefonato allo storico patron dell’azienda per condividerne la gioia.

La notte in fabbrica per l’appuntamento con la storia

E dunque, per avere un appuntamento con la storia, è necessario avere l’abito giusto. E così nella notte Ernesto Colnago si è recato personalmente in fabbrica per controllare la realizzazione di un telaio giallo che è stato poi spedito a Parigi, e che Tadej Pogačar ha usato nella passerella degli Champs-Élysées di oggi.

Ernesto knew and he was ready. After all these years, he still sees the soul of a Champion 💛♣️

Pubblicato da Colnago su Sabato 19 settembre 2020

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia