E-sport

Il Giro d’Italia parte lo stesso… ma è quello virtuale. E passa anche da Cernusco

L'iniziativa coinvolge anche ciclisti professionisti come Primoz Roglic, Jakob Fuglsang e tra gli italiani Elia Viviani.

Il Giro d’Italia parte lo stesso… ma è quello virtuale. E passa anche da Cernusco
Martesana, 17 Aprile 2020 ore 10:04

Parte domani sabato, 18 aprile 2020, il Giro d’Italia virtual. Visto che per il momento per l’emergenza sanitaria la corsa rosa non potrà essere disputata, si passa anche in questo caso alla Rete. E a partecipare saranno professionisti del calibro di Primoz Roglic, Jakob Fuglsang e tra gli italiani Elia Viviani, Alberto Bettiol, Davide Formolo, Matteo Trentin, Diego Ulissi e Sonny Colbrelli.

Una corsa virtuale

Il Giro d’Italia virtual è diviso in sette tappe (ridotte), scelte tra le 21 che avrebbero dovuto caratterizzare la corsa vera. L’ultima sarà la cronometro Cernusco-Milano. Chi partecipa deve utilizzare un apposito simulatore (un cicloergometro) che riproduce i vari dislivelli e asperità del percorso. Tutti i corridori sono collegati in rete e così, pur rimanendo a casa, sarà come se fossero per strada a lottare fianco a fianco. Non c’è una partenza unica, ma è possibile correre la tappa dalle 11 del giorno stabilito fino alle 17 del giorno precedente la frazione successiva.

Le tappe

La prima sarà da San Salvo a Tortoreto, in Abruzzo. Seguiranno i nove colli di Cesenatico, la Udine – San Daniele,  la Bassano-Madonna di Campiglio, la Pinzolo-Laghi di Cancano, la Alba-Sestriere e appunto, la Cernusco-Milano, prevista tra il 9 e il 10 maggio. Vi prendono parte sei squadre. In contemporanea ci sarà anche la Pink race dedicata alle donne che parteciperanno con tre squadre e la Nazionale italiana donne.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia