Calcio-Serie C

Giana, Perna non basta: la Pro Vercelli vince a Gorgonzola

I piemontesi espugnano 2-1 il "Città di Gorgonzola" con una doppietta di Comi. Per i biancoazzurri è la seconda sconfitta di fila

Giana, Perna non basta: la Pro Vercelli vince a Gorgonzola
Sport Martesana, 27 Febbraio 2021 ore 17:04

Giana-Pro Vercelli finisce 1-2. Niente da fare per i biancoazzurri alla seconda sconfitta di fila. Non basta un rigore a due minuti dalla fine di Perna.

Il tabellino

GIANA 1

PRO VERCELLI 2

RETI: 28’ rig., 10’st Comi (P), 43’st rig. Perna (G)

GIANA (3-5-2): Acerbis, Marchetti, Bonalumi, Perico, Madonna (34’st Ruocco), Palazzolo (26’st Dalla Bona), Pinto, Greselin (15’st Corti), Zugaro (15’st De Maria), Perna, Ferrario (26’st D’Ausilio) All. Brevi A disp: Zanellati, Barazzetta, Finardi, Rossini, Maltese, Capano, Montesano

PRO VERCELLI (3-4-1-2): Saro, Masi, Auriletto, Hristov, Iezzi, Nielsen (23’st Awua), Emmanuello, Gatto (23’st Clemente), Della Morte (39’st Rolando), Zerbin (32’st Romairone), Comi (32’st Costantino) All. Modesto A disp: Tintori, Esposito, Erradi, Merio, Mezzoni

Arbitro: Nicolò Marini di Trieste

Ammoniti: 28’ Perico (G), 11’st Auriletto (P), 40’st Hristov (P), 43'st Awua (P)46’st Romairone (P)

Meglio la Giana, segna la Pro Vercelli

I valori in campo, guardando la classifica, sono chiari. Da un lato una Giana che non vince dal 10 gennaio (2-0 con la Pergolettese) e dall’altro una Pro Vercelli in striscia positiva da dieci gare e terza in classifica dietro Como e Renate. In campo però, dopo un primo quarto d’ora di marca piemontese (grande parata di Acerbis suNielsen), sono però i biancoazzurri a giocare meglio. Una buona manovra a cui non fanno però seguito chiare occasioni da gol se si esclude un spizzata di Bonalumi allontanata un attimo prima che Palazzolo appoggiasse la palla in porta. Nel momento migliore della Giana arriva però il primo colpo di scena: Perico trattiene in area Della Morte. Per Marini è rigore e ammonizione per il difensore classe ‘89. Comi sceglie la soluzione centrale e batte Acerbis per l’1-0 ospite. Il pallino torna alla Giana, che sfiora il pareggio con un’azione solitaria di Greselin (destro alto di poco dal limite), ma rischia due volte lo 0-2. Il destro di Gatto sporcato esce di un soffio prima, Comi non riesce a servire Zerbin tutto solo poi.

Poche emozioni, tanti rimpianti

Il secondo tempo si apre come il primo: la Pro Vercelli aggredisce meglio il campo pur senza costruire occasioni chiare dalle parti di Acerbis. Il tepore è improvvisamente scosso dall'episodio che deciderà la gara. E 'il decimo quando su una punizione dalla trequarti di Gatto Acerbis esce fuori tempo. Comi lo anticipa di testa e insacca il 2-0. Una doccia fredda da cui i biancoazzurri faticano a scuotersi. Un attimo dopo ancora Comi sfiora la tripletta, poi più il nulla. Gli ospiti sono bravi ad addormentare la contesa e la Giana paga la solita sterilità offensiva. La gara sembra destinata a chiudersi così, ma gli ultimi minuti per poco non riscrivono la storia. Dalla Bona supera l'uscita di Saro, ma la palla viene salvata sulla linea. L'azione prosegue e Awua la tocca di mano. Rigore che Perna trasforma spiazzando il portiere della Pro Vercelli. I biancoazzurri, che fino a quel momento non avevano mai calciato in porta, ci credono. Il tempo disponibile regala però soltanto un ultimo clamoroso brivido. A tempo scaduto è D'Ausilio a sbattere contro Saro a un passo dal 2-2. Niente da fare. Per la Giana è la seconda sconfitta di fila. Salvarsi così non sarà facile.