Menu
Cerca
Sport-Calcio

Giana, col Pergo è un brodino: la salvezza si deciderà all’ultima giornata

Al Voltini finisce 0-0: poche emozioni. Sarà decisiva la sfida interna con la Pistoiese

Giana, col Pergo è un brodino: la salvezza si deciderà all’ultima giornata
Sport Martesana, 25 Aprile 2021 ore 16:58

Per salvarsi alla Giana contro il Pergo servivano i risultati favorevoli degli altri campi e i tre punti al Voltini. I primi sono arrivati, ma lo 0-0 di Crema costringe i ragazzi di Brevi a giocarsi la salvezza all’ultima giornata nella sfida casalinga con la Pistoiese.

Pergo vorrei, ma non posso. E quasi la Giana…

La Giana si difende dagli attacchi del Pergo

E’ una Giana in linea con le precedenti uscite quella che scende in campo al Voltini. Non soltanto per l’ormai tradizionale 3-5-2, ma anche per l’atteggiamento: palla nei piedi dell’avversario e azione di rimessa. Il Pergo non si fa pregare, anzi. Muove palla con una rapidità che sembra essere preludio di un dominio che fa capolino qua e là, ma resta sterile. Il primo squillo è di Ferrara: colpo di testa alto su corner di Varas. Lo stesso centrale difensivo gialloblu va in replica alla mezz’ora, questa volta pescato dai piedi di Duca. Il risultato è lo stesso e Acerbis di fatto resta con i guanti puliti. E la Giana? Come detto è brava ad attendere, con la linea difensiva che è spesso e volentieri a cinque: Perico e Zugaro non si concedono troppe libertà e il risultato sono sì poche occasioni da gol, ma anche solidità difensiva. Una scelta che per poco non paga, come accaduto nella prima frazione con la Pro Patria.. Perna infatti fa tutto da solo, favorito anche da un rimpallo, e si guadagna lo spazio per calciare appena entrato in area. Ceccarelli riesce a dargli fastidio un attimo prima che diventi letale e la palla esce sporcata di poco a lato. Sul corner seguente Bonalumi in terzo tempo perfetto incorna di potenza e manda alto. Le due migliori occasioni della prima frazione sono quindi biancoazzurre, il risultato però resta 0-0.

Atteggiamenti inversi, stesso risultato

Pergo-Giana, un calcio piazzato di Dalla Bona

La ripresa mostra subito una Giana più propositiva. I biancoazzurri pur non cambiando interpreti aggrediscono meglio il campo e provano a rendersi pericolosi. Le occasioni però latitano e partono tutte dai piedi di Dalla Bona. L’impressione è che dalle sue punizioni possa arrivare l’episodio decisivo, che resta soltanto un’idea. Marchetti al 23′ colpisce di testa, ma manda alto, poi il nulla o quasi. Al Pergo basta soltanto un punto per salvarsi e gioca con quell’obiettivo, addormentando la gara. Brevi mette il carico pesante, passa a quattro dietro e le prova tutte: pareggiare o perdere non cambierebbe nulla. L’unico brivido lo dà però Perna, che allo scadere, su un bel cross di De Maria, non inquadra di poco la porta. Non basta quindi una Giana più propositiva nella ripresa per trovare i tre punti necessari alla salvezza. Ci sarà da sudare fino all’ultimo.

Pergo-Giana, il tabellino

PERGOLETTESE 0
GIANA 0
Pergolettese (4-3-3): Ghidotti, Candela, Panatti (1’st Palermo), Ceccarelli (41’st Lucenti), Varas Marcillo, Scardina (36’st Longo), Villa, Duca (13’st Ferrari), Morello, Ferrara, Bariti A disp: Soncin, Andreoli, Figoli, Kanis, Tosi, Faini, Piccardo, Girelli All. Albertini
Giana (3-5-2): Acerbis, Perico, Marchetti (39’st Ruocco), Palazzolo (32’st Capano), Perna, Zugaro (32’st De Maria), Bonalumi, Corti (39’st D’Ausilio), Madonna (42’st Ferrario), Dalla Bona, Montesano A disp: Zanellati, Barazzetta, Finardi, Rossini, Greselin, Benatti, Pirola All. Brevi
Arbitro: Mario Perri di Roma 1
Note: ammoniti 42’ Panatti (P), 26’ Bonalumi (G)