Menu
Cerca
pallacanestro - serie c gold

Cernusco è ancora viva. Soresina è battuta 73-58 in gara-2, la salvezza si decide alla "bella"

La Libertas risponde alla sconfitta di gara-1 con una prestazione di costanza difensiva e lucidità. Domenica, 13 giugno 2021 alle ore 18, la sfida decisiva in terra cremasca

Cernusco è ancora viva. Soresina è battuta 73-58 in gara-2, la salvezza si decide alla "bella"
Sport Martesana, 10 Giugno 2021 ore 07:10

Cernusco è viva. Grazie alla vittoria di ieri sera, mercoledì 9 giugno 2021, in gara-2 contro Soresina, la formazione allenata da coach Marco Cornaghi si è portata sull'1-1 nella serie di spareggio per la salvezza nel campionato di basket C Gold. Sarà necessaria gara-3 questa domenica, 13 giugno 2021, sul campo di Soresina.

Cernusco è viva. Soresina è battuta 73-58

Come le Parche, le divinità greche che controllavano le sorti del destino degli uomini, anche lo spettro della retrocessione attende di sentenziare il proprio verdetto. Non oggi, perchè grazie a una prova di grande difesa e carattere, la Libertas Cernusco è riuscita a riportare la parità nella serie di playout contro Soresina, rinviando il verdetto salvezza alla "bella" di domenica. Non è stata una partita facile, perchè Cernusco ha attraversato momenti difficili. Prima, in un finale di secondo quarto teso, provocato da un nervosismo ingiustificato da parte della panchina ospite. Poi, a metà terzo quarto, quando da +7 la Libertas è scivolata a -1 in quattro possessi. La costanza difensiva e la lucidità dei suoi interpreti, però, hanno premiato Cernusco, che nell'ultimo ha concesso un solo punto dal campo e appena due dalla lunetta del tiro libero. Una statistica che fa bene al morale in vista di gara-3, ma sarà necessario recuperare più energie possibili.

Equilibrio e nervi tesi

L’avvio di gara vede Cernusco molto più reattiva, mentre la formazione ospite impiega più tempo a carburare. L’allungo firmato da Franco porta subito in vantaggio Cernusco (5-0), ma con il passare dei minuti scende in campo anche Soresina, con Fontana che cuce il gap (7-6) e apre un lungo punto a punto che accompagna le squadre fino ai possessi finali. E’ il giovane Meier a portare Cernusco in vantaggio al 10’, con una giocata di freddezza all’ultimo secondo che vale il 23-20. Prese dalla fretta di allungare o di recuperare, né Cernusco né Soresina riescono a essere precise e solo dopo 2’ opachi, Carrera prende in mano la situazione e lancia Cernusco a +7 (29-22). Soresina cerca di sfruttare tutti i centimetri a disposizione per guadagnare punti, ma Cernusco riesce a limitare i danni approfittando anche delle basse percentuali al tiro libero degli ospiti. Gatti migliora la situazione e Soresina riesce a rientrare e a sorpassare dopo un finale di quarto molto nervoso, andando al riposo sul 39-40.

Difesa, l'arma vincente

Cernusco riparte subito forte e nel giro di 4’ riesce a passare da -1 a +7 grazie ai canestri in rapida sequenza di Sirtori, Meier e Franco (49-42 al 24’). Coach Castellani non esita a chiamare il time-out e a far rientrare la squadra in campo con la difesa a zona 2-3 che mette subito in difficoltà Cernusco. I padroni di casa restano a secco per 3’, e così Soresina rientra in partita, sorpassando con Roljic ai liberi (49-50) grazie a un contro parziale da 8-0. Cernusco non lascia partire la fuga, rimane a contatto con Ferraris, e all’ultimo possesso mette la testa avanti grazie alla tripla di Franco che vale il 57-55 del 30’. Il punteggio rimane congelato per due minuti abbondanti. Soresina continua a difendere a zona senza concedere tiri puliti, ma in attacco gli ospiti calano in lucidità con il risultato di perdere tre possessi, anche perché Cernusco mantiene alta l’intensità. È Franco a portare Cernusco avanti con 4 punti personali che spingono la Libertas fino al 61-56, con Buffo che ritocca 63-56 in affondo al 35’. La difesa rimane l’arma di Cernusco, che grazie al recupero e alla schiacciata di Campeggi vola in doppia cifra a 3’ dalla fine (67-56). Franco e ancora Campeggi spingono dall’arco Cernusco al +17, con Soresina che alza bandiera bianca rimandando il verdetto salvezza a gara-3.