Basket Serie D maschile – Melzo risorge all’ultimo respiro Cassina, altra beffa nel finale

Al Giordano Bruno un finale da mille emozioni. I padroni di casa hanno sofferto l'intensità delle Bees, ma nel quarto decisivo hanno raddrizzato la partita

Basket Serie D maschile – Melzo risorge all’ultimo respiro Cassina, altra beffa nel finale
Melzese, 08 Febbraio 2020 ore 10:10

Melzo risorge all’ultimo respiro. Nel derby di ieri sera, la squadra di coach Alivia è riuscita a raddrizzare la partita negli ultimi possessi della partita dopo tre quarti di grande sofferenza. Melzo si è imposta per 70-66, ma è a Cassina che è rimasto di più l’amaro in bocca. Dopo quella con Malaspina, anche al “Giordano Bruno” la vittoria è sfumata nel finale.

Melzo risorge all’ultimo respiro

La pallacanestro va così. Puoi dominare, condurre, convincere per 35 minuti, ma quando bastano appena due possessi al tuo avversario per scrivere un nuovo verdetto e ribaltare la sentenza, c’è poco da dire. Melzo ha festeggiato una rimonta quasi insperata, ma non senza la consapevolezza che è stata dura. Dura imporsi su un avversario, Cassina, che nonostante il terzultimo posto in classifica, ha tenuto le redini dell’incontro per i due terzi della gara, costruendo nel terzo periodo l’allungo che poteva essere decisivo. Ora la classifica si fa impegnativa per le Bees, che pagano 4 punti di ritardo dalla zona salvezza. Lo scontro diretto di venerdì prossimo contro San Giuliano sarà dunque decisivo per le speranze di salvezza. Melzo, invece, può continuare a inseguire un posto nelle prime otto. Domenica prossima tenterà il colpo sul campo della capolista Malaspina.

Fisico, frenesia e Cassina

In avvio, tanto fisico, pochi punti e tanta frenesia. Entrambe le squadra hanno messo chili in area per difendere il canestro, ma nonostante il blocco fisico a sbarrare la strada sia Melzo che Cassina hanno cercato punti nel pitturato. A farne di più le spese è stato Melzo, che dopo la parità dei primi minuti ha pagato la miglior concretezza di Cassina, che con Alessandrini, Brambilla e Bischetti ha conquistato il vantaggio del 10′ (13-16).
Cassina ha continuato a trovare punti con efficacia da sotto nella prima parte del secondo quarto, ma il cambio d’inerzia nella partita ha consentito a Melzo di rimettersi in corsa dopo minuti di grande sofferenza. L’inseguimento sostenuto dai punti di Mandelli e Da Ros è stato coronato al 18′ dal sorpasso con la tripla di Nwokeka, ma nel finale Cassina ha rimesso la testa avanti con il furbo recupero di Brambilla nell’ultimo possesso (35-36 al 20′).

Finale da batticuore

Lo slancio di Brambilla ha alzato il morale di Cassina, che nel terzo periodo si è imposta con sicurezza in campo, conquistando il vantaggio di 9 punti che poteva essere decisivo. Le basi dell’allungo sono state gettate in difesa, soprattutto a rimbalzo, per poi essere concretizzate in attacco con efficacia da ogni distanza. Conca e Melzi sono stati implacabili al tiro, e con un mini-parziale da 11 punti hanno portato Cassina in vantaggio. Melzo è andata in difficoltà contro la difesa gialloblù, ma in avvio dell’ultimo periodo ha preso la partita per le corna e ha cominciato a ribaltare la sentenza. Mandelli, Nwokeka e Da Ros hanno annullato lo svantaggio, mentre Scirea ha segnato in contro piede i punti del sorpasso. Dall’arco, i tiratori hanno continuato a rispondersi fino a portare le squadre sul 68-66 degli ultimi 20″. Cassina ha chiamato timeout per disegnare la rimessa. Le Api si sono mosse nel tentativo di liberare Bischetti. Il numero 15 ha ricevuto la sfera, ma la sua tripla si è stampata sul secondo ferro, sancendo di fatto la resa di Cassina.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

9 foto Sfoglia la gallery

Il tabellino

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve