Basket A2 Carugate cede il passo al Crema

Le ragazze di coach Piccinelli hanno combattuto fino all'ultimo punto al Palacarugate ieri sera, sabato, in occasione della quinta giornata di campionato.

Basket A2 Carugate cede il passo al Crema
29 Ottobre 2017 ore 19:16

Basket A2 femminile: Crema implacabile dall’arco, Carugate cede il passo.

Basket A2 quinta giornata

Si è svolta ieri sera, sabato, la gara della quinta giornata di campionato A2 di basket femminile. Le padrone di casa del Carosello Carugate hanno infatti sfidato le ospiti della Tecmar  di Crema. Con 12 triple messe a segno, la metà realizzate dal cecchino Martina Capoferri, le cremasche hanno vinto la partita 60 a 70.

La partita

Le ragazze di coach Piccinelli vanno a riposo sotto di otto punti (30-38) per poi risorgere, due volte: nel terzo quarto arriva a -1 grazie a 4 punti consecutivi di Cecilia Albano (42-43) e poi ancora sul -2 a 7’ dalla fine, grazie a tre canestri di fila del playmaker Francesca Diotti, sicuramente tra le migliori per Carugate: per lei 13 punti, 7 rimbalzi e 4 assist.

4 foto Sfoglia la gallery

Crema efficace nell’arco

Crema si è confermata squadra esperta, cinica, fredda. E’ terribilmente efficace dall’arco. Alla fine della partita, infatti, ha conquistato 12 canestri su 29 con un eccellente 41% di media. Capoferri è stata la protagonista indiscussa: in partita ha chiuso con 6-11 da fuori e 19 punti totali. Ma coach Sguaizer ha ricevuto tanto anche da capitan Paola Caccialanza e da Giulia Togliani dalla panchina, anche per loro mano caldissima, per un totale di 4-6 da tre.

La svolta nel secondo quarto

Carugate comunque ha avuto il suo momento migliore nel secondo quarto, quando un gioco da 4 punti di Laura Rossi, seguito da una bomba di Laura Zelnyte, ha portato le padrone di casa avanti di 5. E’ stato proprio in questo momento che si è accesa Capoferri: sue le due triple di fila che hanno ribaltato il risultato, regalando il sorpasso alla Tecmar, a 6’30 dalla fine del primo tempo. Da lì, Crema non si è più fatta acchiappare.

I commenti

“Stasera abbiamo dato tanto in campo, purtroppo non è bastato -ha spiegato la playmaker Laura Zelnyte – Sicuramente c’è ancora da lavorare perché continuiamo ad avere dei blackout difensivi e offensivi”.

E ancora: “Ovvio che non si può giocare sempre in modo perfetto, ho avuto alti e bassi, un po’ come tutte. Ma in campo cerco sempre di dare il 100%”, ha spiegato Diotti.

Sulla stessa linea anche la compagna di reparto Ludovica Rossini: “Loro hanno dimostrato di essere quelle che sono, un gruppo affiatato, che gioca insieme da tanto e più esperto di noi, che invece siamo ancora in fase di crescita – ha sottolineato – Peccato perché eravamo arrivate davvero a un niente da loro e poi abbiamo mollato quando mancavano quattro minuti”.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia