Sport
Sport

A Pozzo D'Adda 200 calciatori rischiano di non avere più il campo

Non è ancora finita la vicenda che lega l'Ssd Pozzo Calcio al centro sportivo di via Roma: in arrivo un nuovo bando per la gestione dell'area.

A Pozzo D'Adda 200 calciatori rischiano di non avere più il campo
Sport Trezzese, 07 Giugno 2022 ore 17:10

Duecento giovani atleti che a settembre potrebbero non avere più un campo su cui giocare ed allenarsi e una nuova gara per l'aggiudicazione del terreno che da otto mesi aspetta solo di essere concretizzata. E' tornata sul tavolo del Consiglio comunale la vicenda che lega la gestione del centro sportivo di via Roma all'Ssd Pozzo Calcio: a portarla, in occasione della seduta di martedì 31 maggio 2022, il consigliere di minoranza Emilio Generoso.

Nel 2018 vinsero la gara, ma il contratto non fu mai sottoscritto

La vicenda risale al 2018, quando la squadra era riuscita ad aggiudicarsi l’appalto per l’utilizzo e la gestione del terreno da gioco per il triennio 2018-2021, presentando un’offerta da 5.000 euro all’anno. Tuttavia, il Comune non sottoscrisse mai il contratto con la società sportiva che, nel frattempo, ha continuato a utilizzare il campo regolarmente, pagando, a rate, la somma concordata per la stagione 2018/2019. Poi però arrivò la pandemia, le attività furono sospese e cessarono anche i bonifici nelle casse di Villa Brizzolara. Almeno fino all’agosto 2021, quando il Comune ha indetto una nuova gara, a cui il Pozzo Calcio ha partecipato ancora. Ad oggi, però, dopo otto mesi, nessuna risposta è stata fatta pervenire dal Comune, e la società ha ripreso le attività come prima. Ma a settembre le cose potrebbero cambiare.

Un nuovo bando a settembre, forse.

Nel frattempo, il Comune ha accertato il debito contratto dalla società sportiva: nei conti di Villa Brizzolara mancano gli affitti del biennio 2019-2020, a cui si sommano quelli della proroga concessa nel 2021: soldi che gli Uffici hanno intenzione di recuperare. Ora la strada da intraprendere sembra solo una: la proposizione di un nuovo bando entro settembre, in modo da garantire alle società partecipanti il tempo minimo per poter organizzare l'inizio della prossima stagione. I tempi però sono piuttosto stretti e c'è ancora da capire la posizione che intende mantenere il Comune nei confronti del Pozzo Calcio: e non è detto che gli sarà data la possibilità di partecipare se prima non salderà i debiti contratti... Dopo un contratto mai firmato.

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 4 giugno 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter