Scuola
Ci si prepara per settembre

Un tavolo tecnico per far ripartire le scuole di Cernusco

Amministrazione e Istituti comprensivi hanno organizzato una "taske force" per preparare i plessi alla riapertura, pur nell'incertezza del momento.

Un tavolo tecnico per far ripartire le scuole di Cernusco
Scuola Martesana, 25 Giugno 2020 ore 10:03

Un tavolo tecnico per essere pronti con la prima campanella. A Cernusco sul Naviglio Amministrazione e Istituti comprensivi hanno unito le forze per organizzare la ripartenza, anche se ancora non sono state rese note le direttive ministeriali.

Un tavolo tecnico

Alla "tak force" partecipano i dirigenti di entrambi gli istituti comprensivi cittadini (Claudio Mereghetti e Maria Cristina Costanzo), i funzionari comunali dei settori Tecnico ed Educazione, il sindaco Ermanno Zacchetti e l’assessore ai Servizi scolastici Nico Acampora. "Davanti a norme e linee guida non ancora chiare, è nostro dovere dare ascolto all’appello di docenti, dirigenti e famiglie per immaginare nel frattempo più strade così da arrivare pronti, anche se non lo si sarà mai fino in fondo, al mese di settembre – ha spiegato quest'ultimo – Penso che il lavoro di dialogo avviato in questi anni anche con i genitori sia il segno che per raggiungere obiettivi comuni sia necessario uno sforzo comune, che alla fine però paga. Sono certo che anche questa volta sarà così". Anche Zacchetti ha sottolineato la centralità del lavoro corale.

Lettera aperta

Intanto le due dirigenze scolastiche, i Consigli d'Istituto e gli amministratori hanno inviato una lettera aperta alle famiglie, nella quale si sottolinea come quella cernuschese sia un’unica comunità scolastica, anche se ha scuole afferenti. Per questo il lavoro è condiviso. "Il tavolo tecnico scolastico all’interno del Patto educativo di Cernusco, avviato presso la sede del Comune, include i responsabili dei servizi di Protezione e Prevenzione degli attori in causa, figure tecniche che sono in grado di portare le giuste competenze: la sicurezza è la nostra priorità -si legge - Dobbiamo ragionare tenendo presente che il budget a disposizione di scuole e Comune ha risorse limitate e capitoli di spesa vincolati, quindi bisogna verificare la fattibilità economica delle ipotesi messe in campo".

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Seguici sui nostri canali