Attacco al ministero

Manca il personale, orario ridotto a scuola: la Giunta sbotta

A Trezzano l'Amministrazione ha duramente criticato gli enti regionali e nazionali per la gestione del personale negli Istituti del paese.

Manca il personale, orario ridotto a scuola: la Giunta sbotta
Trezzese, 26 Settembre 2020 ore 16:44

Manca il personale, orario ridotto a scuola: la Giunta di Trezzano Rosa sbotta. Duro comunicato del sindaco Diego Cataldo e dell’assessore all’Istruzione Raffaella Seccia che si sono rivolti al ministero e agli Uffici scolastici.

Trezzano, orario ridotto a scuola

Sta accadendo un po’ dappertutto e Trezzano Rosa non fa eccezione. Tra le mille difficoltà della ripresa della scuola nell’era post Covid c’è anche la cronica assenza di personale con cui stanno facendo i conti gli Istituti. Gli studenti delle elementari trezzanesi riprenderanno a tempo pieno soltanto a fine mese, mentre le medie proseguiranno con l’orario ridotto fino alla tanto attesa nomina dei nuovi docenti. Una condizione che non ha lasciato indifferente l’Amministrazione, che ha affidato il proprio scontento a un comunicato.

“Una situazione incomprensibile”

Nonostante lo sforzo congiunto dell’Istituto Comprensivo Gandhi e dell’Amministrazione di Trezzano Rosa per la ripartenza, il problema dell’organico rimante la tematica più preoccupante. Numerose cattedre in tutto il paese sono ancora vacanti, alunni in situazione di disabilità sono senza insegnanti di sostegno che garantiscano loro la possibilità di frequenza e di inclusione, e i dirigenti scolastici annaspano nella difficoltà di gestire determinate criticità, cercando soluzioni creative per far fronte alle deficienze del sistema. E’ incomprensibile come a fine settembre il Ministero dell’Istruzione e gli Uffici Scolastici non siano ancora riusciti a mettere a disposizione organico sufficiente, scaricando sulle famiglie la problematica del tempo scuola da conciliare con gli impegni lavorativi

La proposta al ministero

“Seppur l’obbiettivo primario, e comprensibile, durante i mesi di sospensione della didattica in presenza sia stato quello di ritornare alla normalità, è necessario che si colga a livello ministeriale l’occasione per avviare una razionalizzazione delle modalità di reclutamento delle risorse umane – prosegue il documento – Occorre visione e coraggio da parte del Governo per una riforma che renda più agile e meritocratico il sistema e ci allinei agli standard europei. E’ necessario che alunni e alunne possano esercitare il loro diritto all’istruzione all’apertura dei lavori scolastici, ogni anno”.

Nella Gazzetta dell’Adda

Tutti i dettagli e le altre notizie della settimana nella Gazzetta dell’Adda disponibile in edicola e nella versione sfogliabile online a partire da sabato 26 settembre 2020.

Torna alla home per le altre notizie di oggi

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia