Scuola e Covid

La didattica a distanza è “disconnessa”. Maestre costrette a usare i propri cellulari

E' accaduto nei giorni scorsi nella scuola primaria di Cascine San Pietro a Cassano d'Adda. I genitori hanno scritto a sindaco e assessore.

La didattica a distanza è “disconnessa”. Maestre costrette a usare i propri cellulari
Cassanese, 21 Novembre 2020 ore 11:13

Didattica a distanza problematica per gli scolari in isolamento domiciliare della scuola primaria di Cascine San Pietro, frazione di Cassano d’Adda.

Didattica a distanza problematica, maestre costrette ad arrangiarsi

Nei giorni scorsi, nella struttura della frazione cassanese, per garantire la didattica a distanza alle classi in quarantena le maestre hanno dovuto fare di necessità virtù. Ovvero, hanno utilizzato le connessioni Internet dei loro smartphone. Ci sarebbero infatti problemi di linea legati al Wi-fi per tutte le aule che si trovano al primo piano dell’edificio. Così i genitori hanno deciso di scrivere una lettera indirizzata al sindaco Roberto Maviglia e all’assessore all’Istruzione Arianna Moreschi.

Fuori dalla Gurnazzola problemi di assembramento

C’è inoltre un problema legato agli assembramenti al di fuori dei cancelli della primaria Guarnazzola negli orari di ingresso e uscita dal plesso. Il nocciolo della questione è il secondo accesso, realizzato poco prima dell’avvio dell’anno scolastico per garantire il rispetto delle norme anti-Covid dall’Ufficio Tecnico, su indicazione dell’assessorato ai Lavori pubblici, in via Giovanni Pascoli. Anche in questo caso i genitori hanno comunicato il proprio dissenso in una missiva telematica inviata alle istituzioni cittadine.

L’articolo completo sul numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 21 novembre 2020 e nello sfogliabile online.

TORNA ALLA HOME

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia