Menu
Cerca
Cambio di rotta

Il cibo salutista va di traverso: a Pioltello cambia il menù della mensa scolastica

Al posto di polpette di legumi, passato con l'orzo e lenticchie in umido tornano le cotolette di pollo e gli hamburger.

Il cibo salutista va di traverso: a Pioltello cambia il menù della mensa scolastica
Scuola Martesana, 31 Gennaio 2021 ore 09:27

Il cibo troppo salutista proprio non è andato giù ai bambini e ai ragazzi delle scuole di Pioltello. Tanto da obbligare la Commissione mensa a riscrivere il menù.

Le proteste dei genitori

La questione è esplosa a cavallo tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 dopo che diversi bambini (ma anche insegnanti) si sono lamentati per le pietanze che venivano servite sui tavoli delle scuole dei due Istituti comprensivi. In particolare il dito è stato puntato contro alcune scelte ritenute “eccessivamente salutiste” come per esempio il passato con l’orzo, le polpette di legumi o le lenticchie in umido.

Cibo salutista indigesto

Di fronte alle pressioni dei genitori, la Commissione mensa – l’organo che propone i menù che vengono poi avallati da Ats, dal Comune e dall’azienda incaricata di erogare il servizio – si è ritrovata per fare il punto della situazione. Ma le posizioni sulla questione non erano univoche. Infatti una parte dei commissari si è schierata a favore del menù salutista, ma la maggioranza ha votato a favore di un cambio di rotta.

Tornano i grandi classici

Poche modifiche, ma significative. Infatti il nuovo menù che è entrato in vigore da metà gennaio prevede la sostituzione delle pietanze poco gradite con piatti più “tradizionali”. Per esempio sono stati inseriti nuovamente le cotolette di pollo al forno, l’hamburger e le polpette. Ma una parte della Commissione ha storto il naso, ritenendo che per una questione di educazione alimentare sarebbe stato più opportuno tenere duro e non cedere al “ricatto” delle famiglie.

Il servizio completo sulla Gazzetta della Martesana in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 30 gennaio 2021.