Protesta

I genitori di Cassina de’ Pecchi scendono in piazza: “Scuola e Comune non ci ascoltano” FOTO E VIDEO

Iniziativa in piazza per denunciare disorganizzazione e mancanza di dialogo: "Comprendiamo le difficoltà, ma senza collaborazione i risultati sono questi".

Martesana, 11 Settembre 2020 ore 13:12

Un flash mob organizzato dai genitori questa mattina, venerdì 11 settembre 2020, davanti alla scuola Primaria di piazza Unità d’Italia di Cassina de’ Pecchi. Protestano per quella che ritengono essere una disorganizzazione generale in vista della ripresa, ma soprattutto una mancanza di dialogo.

Flash mob

L’iniziativa è scattata alle 12. Tutti in cerchio mamme, papà e alunni con cartelli e nastri colorati che univano tutti i partecipanti: “Vogliamo dire che è solo con la collaborazione che si può andare avanti – ha spiegato la presidente del comitato Genitori in gioco Marta Signore – Comprendiamo le enormi difficoltà dovute all’emergenza sanitaria, ma forse qualche idea buona da un gruppo di centinaia di persone che vogliono solo il bene dei ragazzi può emergere. Invece la comunicazione è limitata a messaggi in cui si dice che va tutto bene (salvo poi scoprire che non è così) e circolari. E’ da giugno che chiediamo di essere coinvolti nella discussione e nella ricerca delle soluzioni possibili, ma non veniamo ascoltati”.

13 foto Sfoglia la gallery

Smembramento

Lo spauracchio per molti è l’annunciato possibile smembramento di molte classi della Primaria (ma che ci sarà solo nell’eventualità, che al momento appare remota, che siano assegnati all’istituto nuovi insegnanti). Poi ci sono le comunicazioni sul trasporto scolastico, la mensa e il pre e post scuola arrivate, a detta di mamme e papà, troppo a ridosso della prima campanella. Cosa che rende molto difficoltosa l’organizzazione familiare.  “Abbiamo fornito dei suggerimenti e il 2 settembre l’assessore ha detto che ci penserà – ha proseguito Signore – Un po’ tardi per lavorarci sopra, visto che è tutta l’estate che chiediamo di poter collaborare. Ci guardiamo attorno e vediamo che nei Comuni vicini la situazione non è proprio così”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia