Idee & Consigli

Niente paura del dentista grazie alla sedazione cosciente

Niente paura del dentista grazie alla sedazione cosciente
Idee & Consigli 19 Dicembre 2022 ore 07:30

Andare dal dentista senza aver paura di provare dolore: oggi è possibile grazie alla sedazione cosciente, o analgesia sedativa, la soluzione per garantire la serenità e il benessere ai pazienti che hanno terrore del dentista e delle cure dentali. E che, allo stesso tempo, è indicata per affrontare interventi lunghi e complessi. Ne parliamo con il Dott. Giorgio Mandelli e il Dott. Federico Mandelli, specialisti in Odontoiatria. Il loro studio odontoiatrico a Pioltello (Strada Padana Superiore 15) è punto di riferimento nella zona della Martesana.

Tra i servizi che il vostro studio propone c’è quello della sedazione cosciente: in cosa consiste?

"E’ una tecnica in grado di indurre nel paziente un senso di benessere e rilassamento mediante una miscela di ossigeno e protossido di azoto che il paziente respira attraverso una mascherina durante tutta la seduta.
Questa metodica arriva dagli Stati Uniti, dove ormai più del 70% delle visite si svolge tramite questa tecnica. In Italia si tratta di una modalità relativamente nuova."

Che differenza c’è con l’anestesia solitamente praticata?

"La sedazione inalatoria non esclude l’anestesia locale che pratichiamo normalmente, ma fa scomparire le ansie e le paure che molti pazienti hanno. In aggiunta, alza la soglia del dolore, facendo sì che non si avverta nemmeno la puntura dell’anestesia locale.

Il paziente rimane sempre cosciente, senza perdita dei riflessi e delle capacità decisionali. Può rispondere e collaborare con il dentista per la buona riuscita dell’intervento ma allo stesso tempo avverte una sensazione di benessere, caratterizzata da estrema rilassatezza e tranquillità, con conseguente riduzione della sensibilità al dolore, ed è quindi propenso a collaborare. A volte questa sensazione può essere accompagnata da una leggera euforia o, al contrario, amnesia o sonnolenza."

Richiede poi tempi di ripresa e osservazione?

"L'effetto di questa tecnica è quasi immediato (circa 3 minuti) e svanisce altrettanto rapidamente alla fine della seduta. Terminata la seduta odontoiatrica, il paziente è perfettamente in grado di tornare a casa in condizioni fisiche e psichiche ottimali e sarà possibile riprendere tutte le normali attività, compreso guidare l’auto."

Quando si usa?

"Questa tecnica risulta particolarmente efficace in ambito odontoiatrico per gestire il controllo dell’ansia. E per facilitare l’esito di interventi chirurgici, impianti e protesi. Ma non solo: anche i trattamenti più comuni, come quello delle carie e l’ablazione del tartaro, possono risultare un vero e proprio trauma per chi soffre di odontofobia, la cosiddetta paura del dentista.
Questo approccio anestetico permette un aumento del benessere per il paziente, ma consente anche all’odontoiatra di operare in modo rapido ed efficace.
Il dentista potrà concentrare più trattamenti in una singola seduta, e il paziente ritroverà un sorriso bello e sano rapidamente, senza alcun dolore e con un decorso post operatorio più rapido."

Chi può ricorrere alla sedazione cosciente?

"Ideale per bambini, adulti, anziani e per chiunque voglia godersi i trattamenti dentistici senza stress, la sedazione cosciente è particolarmente indicata per tutti coloro che devono sottoporsi a degli interventi lunghi e complessi, come quelli di chirurgia orale o implantologia.
Chiunque può approfittare dei vantaggi di questa pratica, azzerando la paura di andare dal dentista. In fase pre-operatoria, l’odontoiatra valuterà lo stato di salute del paziente ed effettuerà un controllo della sua storia clinica, per scegliere la tecnica più adatta caso per caso.
Si tratta di una procedura sicura e utilizzata quotidianamente e non presenta controindicazioni particolari."

Quali sono i vantaggi in odontoiatria pediatrica?

"Questa tecnica di sedazione è rivolta a tutti i pazienti ai quali lo stress o la paura impediscono di sottoporsi con successo ad un intervento odontoiatrico. Oltre alla generalità dei pazienti odontofobici, essa è tipicamente adatta ai bambini poco collaborativi dai 4 anni in su.
Spesso, infatti, i bambini non comprendono la necessità di sottoporsi a controlli periodici o di effettuare dei trattamenti e quindi rifiutano ostinatamente di recarsi dall’odontoiatra, oppure non riescono a stare fermi durante la seduta. La paura del dentista provoca ansia e angoscia sia nei bambini sia nei genitori che li accompagnano. Riuscendo ad eliminare tali stati emotivi possiamo rendere la seduta dal dentista estremamente gradevole.
In questo modo, utilizzando le opportune metodiche, è possibile convincere anche i bambini ad accettare serenamente le cure odontoiatriche. La sedazione cosciente ha il grande vantaggio di educare progressivamente il bambino ad un buon rapporto con il dentista."

Per chiedere un consulto telefonare allo 02.92107516 o scrivere a dott.mandelli@dottmandelli.it.

Seguici sui nostri canali