Idee & Consigli
disturbi dell'udito

Disturbi dell'udito, come fare una corretta prevenzione

Disturbi dell'udito, come fare una corretta prevenzione
Idee & Consigli 25 Gennaio 2022 ore 10:25

Secondo l’OMS oltre il 5% della popolazione mondiale (pari a 466 milioni di persone) presenta una riduzione dell’udito che incide sulla qualità della vita. E le proiezioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità indicano che il dato potrebbe triplicare entro il 2050.
1 adulto su 3 con più di 60 anni e il 50% sopra gli 85 anni riporta problemi di udito. Il problema non interessa però solo gli anziani. Si ipotizza che il 50% delle persone tra i 12 e i 35 anni rischi danni all’udito a causa della prolungata esposizione a rumori forti (musica in cuffia ad alto volume compresa).

L'importanza della prevenzione

La prevenzione ha un ruolo fondamentale: se diagnosticata precocemente, l’ipoacusia - ovvero la perdita parziale del senso dell'udito - può essere affrontata prima che degeneri. Anche perché l'udito, una volta perso, non tornerà più. Proteggere questo bene prezioso effettuando controlli periodici è l’atteggiamento da prediligere.
Spesso il disturbo si manifesta in modo graduale e per questo la maggior parte delle persone non si accorge che il proprio udito sta diminuendo. Intervenire tempestivamente permette di risolvere più facilmente il problema e di tenerlo sotto controllo. "L'esame di controllo dell'udito dovrebbe essere eseguito con cadenza annuale come tutti gli esami di screening e check-up" spiegano i professionisti di Acustica Martesana, centro di Cernusco sul Naviglio che opera da molti anni nella ricerca di soluzioni per i problemi uditivi. 

Quali sono i campanelli di allarme

Ci sono poi dei "campanelli di allarme" che indicano che la visita di controllo non può più essere rimandata. "Il disturbo può colpire uno o entrambi gli orecchi e può far sì che i suoni appaiano ovattati. Altri segnali da non sottovalutare sono la difficoltà a seguire discorsi in presenza di rumori di sottofondo o quando a parlare sono più persone. Oppure la difficoltà a sentire il campanello della porta, il citofono, il telefono che squilla, la televisione. Ciò può essere frustrante, imbarazzante e a volte pericoloso" spiegano gli specialisti di Acustica Martesana. "Il primo passo è effettuare il test audiometrico con un tecnico specializzato (audiometrista o audioprotesista) per capire se sussiste il problema".

In cosa consiste il controllo dell'udito e quali sono le soluzioni

Il test audiometrico è un esame indolore e non invasivo, della durata di pochi minuti. Fornisce indicazioni essenziali sullo stato dell'udito e sulle possibili azioni da intraprendere. "In base all’esito del test e alle esigenze delle persone, consigliamo le opzioni di trattamento più adeguate. Acustica Martesana è in grado di offrire un servizio accurato e personalizzato, eseguendo esami audiometrici mirati ed elaborando apparecchi su misura per tutte le esigenze, grazie alle più moderne apparecchiature e strumentazioni per pazienti sia adulti che bambini".

Come prenotare una visita di controllo udito nella Martesana

La prima cosa da fare è prenotare una visita di controllo chiamando lo 02.62062094 oppure 331.6539963.
Per maggiori informazioni i professionisti di Acustica Martesana sono a disposizione nel centro di via Fatebenefratelli 11 a Cernusco sul Naviglio, tramite il sito www.acusticamartesana.it o la pagina Facebook "Acustica Martesana".

Seguici sui nostri canali