Idee & Consigli

Cosa fare se la batteria si scarica improvvisamente? Come utilizzare correttamente i cavi della batteria per avviare la tua auto

Idee & Consigli 19 Marzo 2021 ore 10:17

Purtroppo, può capitare davvero a tutti di ritrovarsi con la batteria dell’auto scarica, magari per colpa dei file dimenticati accesi o dell’autoradio utilizzata troppo quando il veicolo era spento. Se la batteria è scarica, il veicolo non parte proprio e lascia irrimediabilmente a piedi. Tuttavia, non è detto per forza andare così poiché esiste un metodo veloce ed efficace per far ripartire l’automobile. Si tratta di utilizzare i cavi elettrici collegandoli alla tua automobile sfruttando l’energia di un altro veicolo funzionante. Non è così difficile come potrebbe sembrare poiché anche tu puoi riuscirci se segui le indicazioni che trovi in questa utilissima guida che ti spiega come collegare i cavi e quali accorgimenti avere per raggiungere il risultato desiderato in sicurezza.

Che cosa ti serve per far partire la batteria scarica 

Prima di tutto, ricorda che devi avere grande cautela nel maneggiare la batteria dell’auto e i cavi poiché il movimento sbagliato potrebbe causare un corto circuito. Per iniziare ti servono dei cavi appositi per la batteria dell’automobile. L’importante è che si tratti di cavi di alta qualità con fili in rame spessi. Per procedere poi basta un’altra automobile con una batteria carica. Per riavviare la batteria della tua automobile, è necessario che entrambi i veicoli abbiano Voltaggio e Amperaggio simili.

L’immagine dei cavi della batteria è tratta dal auto-doc.it

Come procedere passo passo 

Ora che hai predisposto tutto il materiale che ti serve, questi sono i passaggi da seguire riuscire a riavviare la tua automobile con batteria scarica. Per iniziare, devi spegnere e disattivare tutti i servizi della tua automobile con la batteria scarica come i fari, i tergicristalli e simili. Spegni anche il motore del secondo veicolo e togli la corrente al quadro strumenti. 

A questo punto, collega il cavo di colore rosso ai poli positivi delle batterie delle due automobili indicate con il segno +. Prendi il cavo di colore nero e collegano al polo negativo indicato con il segno – della tua batteria scarica e poi al polo negativo della batteria carica. Ora avvia il motore dell’automobile con la batteria carica e lascia il motore al minimo all’incirca cinque minuti. Durante questa fase, controlla che i cavi non si surriscaldano. Spegni ora il motore dell’automobile di soccorso e prova a riavviare la tua automobile senza però esistere più di tanto. Se ancora non dovesse partire, puoi ripetere l’operazione per altri cinque minuti.

Nel momento in cui la tua automobile in panne riparte, lascia i cavi collegati ancora per qualche minuto onde evitare pericolosi sbalzi di tensione. Ora sei pronto per scollegare i cavi ma, nuovamente, fai molta attenzione: parti sempre dal cavo rosso. Bisogna sempre fare attenzione e maneggiare il cavo nero sempre per ultimo per evitare scintille e rischio di fiamme. L’ideale sarebbe poi lasciare il motore della tua automobile acceso per circa una ventina di minuti, ancor meglio se in movimento. Questa procedura può essere utilizzata non solo sulle automobili anche per le moto e motociclette.