Idee & Consigli

Bando regionale per promuovere il fotovoltaico tra le piccole e medie imprese

Importanti incentivi per gli imprenditori (e non solo) che desiderano investire nelle energie da fonti rinnovabili

Bando regionale per promuovere il fotovoltaico tra le piccole e medie imprese
Idee & Consigli 14 Giugno 2022 ore 12:36

Buone notizie per chi desidera installare sul tetto dell’azienda un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica grazie a un nuovo bando della Regione Lombardia. «La Regione mette a disposizione dei piccoli imprenditori un ulteriore incentivo che agevola, tra l’altro, anche l’installazione di pannelli fotovoltaici», spiegano Alessandro Galmacci e Alessio Ornaghi, rispettivamente titolare e tecnico commerciale di SAT & Multimedia di Bernareggio, impresa operante ormai da diversi anni nel settore delle fonti rinnovabili.

Un nuovo bando per il fotoltaico

In particolare, spiegano i due, Regione Lombardia e l'Unione Camere Lombardia hanno stanziato circa 10 milioni di euro destinati a contribuire all'efficienza energetica nelle micro e piccole imprese operative entro i confini regionali. Con il bando regionale si intende finanziare interventi funzionali all'efficientamento energetico, come l'acquisto e l'installazione di collettori solari termici, impianti di microcogenerazione, impianti fotovoltaici per l'autoproduzione di energia. L’investimento minimo complessivo deve essere pari a 4.000,00 euro e incentiva fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile nel limite massimo di € 30.000,00. L’accesso agli incentivi sarà possibile attraverso apposita procedura online dal 15 giugno 2022 al 15 dicembre 2022.

Altri incentivi statali

In merito agli altri incentivi alle imprese, le novità introdotte a inizio marzo con il Decreto Bollette dal Governo introducono il Fondo Rinnovabili PMI con una dotazione di 267 milioni di euro, nato per favorire l’autoproduzione e quindi l’autoconsumo di energia. In particolare il fondo è utilizzato attraverso il GSE per distribuire contributi a fondo perduto alle imprese che scelgono di realizzare impianti azionati dalle rinnovabili per produrre energia (impianti per la produzione di energia da rinnovabile fino a 200 kW).
Le PMI che installano nuovi impianti fotovoltaici possono anche optare per l’accesso al nuovo Conto Energia che introduce un meccanismo di tariffe incentivanti concordate con il GSE, che decrescono al crescere della potenza installata. L’importo massimo della tariffa viene corrisposto per impianti di potenza compresa tra 20 e 100 kW.

Incentivi ai privati

Le agevolazioni per l’installazione dei pannelli fotovoltaici rivolte ai privati sono sostanzialmente di due tipi.
E’ infatti previsto uno sconto del 50% per l’installazione di un nuovo impianto fotovoltaico fino a un ammontare complessivo delle spese non superiore a euro 48.000 e comunque nel limite di spesa di euro 2.400 per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare fotovoltaico.
In alternativa, se l’immobile sul quale l’impianto viene installato è oggetto di interventi di riqualificazione energetica in ambito di Superbonus 110% e, dunque, l’installazione è collegata alla realizzazione di uno degli interventi trainanti del maxi-sconto fiscale, in questo caso la realizzazione dell’impianto rientra nel maxi-incentivo ed è quindi praticamente gratuita per il contribuente.
Oltre alle detrazioni, regolate in modo differente a seconda del bonus prescelto, l’incentivo prevede anche la possibilità di sconto immediato in fattura con cessione del credito che permette di monetizzare immediatamente il risparmio a tutto vantaggio del bilancio famigliare.

Finanziamento

Non ci sono solo il Bando regionale per il fotovoltaico e gli incentivi statali. Per agevolare la clientela SAT & Multimedia offre la possibilità di accedere a finanziamenti che fino a 5.000 euro sono a tasso zero.
Significa che, a fronte di un prestito di 5.000 euro la restituzione dell'importo a rate non sarà gravata da interessi. E' possibile richiedere anche finanziamenti di importo superiore a questa cifra. In tal caso le condizioni praticate, per quanto non a tasso “0”, saranno quanto di più vantaggioso il mercato possa mettere a disposizione.

Bando per il fotovoltaico: i prezzi dei pannelli sono aumentati?

Galmacci e Ornaghi informano che si è ancora in tempo per scegliere il fotovoltaico, in quanto i prezzi dei pannelli non sono ancora aumentati.
«Con i prezzi dei pannelli ancora accessibili, gli incentivi statali e regionali ancora disponibili (anche per le utenze domestiche), il finanziamento a tasso 0 che offriamo noi come SAT&Multimedia l’investimento nel fotovoltaico è altamente raccomandabile. Il consiglio è quello di rompere gli indugi: con l’estate alle porte, le belle giornate promettono ingenti quantità di energia elettrica gratis. In pochi anni l’impianto si ripaga, dopo di che si inizia a guadagnare». Oltretutto, prima si installano i pannelli, prima ci si mette al riparo dalle tariffe spropositate che ha raggiunto l’energia elettrica negli ultimi mesi, in modo particolare a causa del conflitto tra Russia e Ucraina.

Bando per il fotovoltaico: Tecnologie evolute

Un cenno alle tecnologie evolute installate da Sat & Multimedia è indispensabile. L’azienda di Bernareggio, infatti, posa esclusivamente pannelli Sunpower, leader mondiale nel settore dell'energia solare.
La tecnologia utilizzata attualmente per i pannelli solari installati dall'azienda da Bernareggio è il risultato di anni di ricerca da parte degli ingegneri di Sunpower, spesso coinvolti in progetti "al limite" in collaborazione con la NASA e altre realtà di riferimento nel settore aerospaziale e aeronautico. Sono del produttore statunitense, per esempio, i pannelli montati sugli aerei frutto dei progetti Solar Impulse e Solar Stratos, a propulsione solare, uno dei quali ha già fatto il giro del mondo.

Fotovoltaico: con o senza accumulo?

Per rispondere al quesito, Alessio Ornaghi spiega come funzionano i due impianti. «Nel caso dell’impianto con accumulo l’energia prodotta dai pannelli solari può essere o utilizzata al momento, oppure, se non consumata, immagazzinata nei sistemi di accumulo collegati all’impianto (grosse batterie che conservano l’energia). Grazie all’accumulo l’impianto domestico può continuare a funzionare anche di sera con l’energia prodotta di giorno, riducendo veramente al minimo l’eventuale ricorso alla rete. In questo caso il risparmio complessivo sulla bolletta energetica può attestarsi intorno all’85%. Per quanto riguarda l’impianto senza accumulo, invece, il consiglio è quello di utilizzare la maggior quantità di energia prodotta possibile nelle ore in cui il sistema è più produttivo. Il che significa azionare il maggior numero di elettrodomestici al fine di consumare il più possibile la propria rinnovabile nelle ore di maggiore insolazione. Questa operazione permette di ridurre al minimo l’energia che, inutilizzata da parte del produttore, viene immessa nella rete pubblica perché non vada dispersa. Il risparmio, in questo caso, per l’utente è pari a circa il 50% della bolletta energetica tradizionale».

 

Bando per il fotovoltaico, informazioni

Per informazioni, SAT&Multimedia è a disposizione ai recapiti indicati nello spazio pubblicitario qui sotto.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter