Idee & Consigli

5 consigli per investire nella SEO!

5 consigli per investire nella SEO!
Idee & Consigli 02 Settembre 2022 ore 10:55

Investire nella SEO, oggi, è ancora necessario? La risposta è una sola, va scritta a caratteri cubitali e fatta leggere a chiunque ambisca ad avere una buona visibilità online: sì, ha sempre senso investire nella SEO. Posizionare bene il proprio sito all'interno dei motori di ricerca, considerata anche la spietata concorrenza, diventa più che mai di vitale importanza. www.eskimoz.it, agenzia SEO specializzata nel posizionamento SEO, supporta le aziende nella loro strategia di visibilità online. Per saperne di più è importante essere informati, fondamentale per fare la differenza tra “successo” e “insuccesso”. Tra un investimento proficuo e dei soldi buttati al vento.

Per Search Engine Optimization, conosciuta universalmente come SEO, si intendono tutte quelle strategie digitali volte ad incrementare la visibilità di un sito web in maniera organica. Ovvero, senza pagare, senza comprare direttamente parole chiave o generando sponsorizzazioni. In sostanza, lavorare sulla SEO di un sito, significa predisporre le condizioni base per far sì che il sito venga ritenuto meritevole e interessante non solo per gli utenti che lo visitano, ma anche e soprattutto per Google (o di qualsiasi altro motore di ricerca, ovviamente). Un vero e proprio investimento naturale, che va fatto non sporadicamente ma giorno per giorno. Con costanza, professionalità e dedizione: i risultati migliori, infatti, non arriveranno subito ma saranno evidenti sul medio-lungo periodo.

Se è dunque necessario non trascurare la SEO, ma anzi investire nel suo sviluppo per migliorare le performance dei nostri siti, è importante farlo con raziocinio e nel modo più efficace possibile. Ecco quindi 5 consigli per investire nella SEO.

Porsi un obiettivo

Può sembrare riduttivo, anche banale se paragonato a un argomento certamente complesso come la SEO, ma è sempre importante porsi obiettivi circa i risultati che si vogliono ottenere con il proprio sito. Quali risultati raggiungere a breve, medio e lungo termine? Avere bene in mente dove si vuole arrivare, è fondamentale per indirizzare una SEO-strategy. Fornire precise indicazioni a chi dovrà incrementare la visibilità del sito è di vitale importanza per monitorare di volta in volta i progressi, i risultati ottenuti e le lacune da colmare. Stabilire una strategia, ragionare un passo alla volta, è imprescindibile. Il “tutto e subito” non vale con i motori di ricerca. E’ bene quindi avere le idee chiare e procedere per step.

Generare contenuti

Semplifichiamo al massimo: qualsiasi strategia SEO non può prescindere dai contenuti. Comanda sempre il contenuto da divulgare, in qualsiasi contesto. I motori di ricerca tendono infatti a premiare contenuti nuovi e soprattutto utili: non è un caso che si sia soliti dire “il contenuto è il Re”. L’originalità e, soprattutto, l’unicità, viene sempre premiata da Google. Ecco perché può fare la differenza dotarsi di un SEO Copywriter. In ogni caso, è bene capire sin dal principio che la SEO può solamente “mettere in moto” un sito, che va sempre e comunque alimentato con contenuti da divulgare con costanza e periodicità.

Utilizzare Tools

Vi sono sostanzialmente due tipi di Tools: quelli a pagamento e quelli gratuiti. Fornire strumenti monitorare determinati parametri è fondamentale se si vogliono ottenere risultati all’altezza delle proprie aspettative. I Tools sono pressoché infiniti e variano da quelli messi a disposizione da Google stesso a quelli creati da professionisti del settore. I loro compiti? Vanno dal monitoraggio delle statistiche a quello dello stato di salute del sito, passando per quelli che aiutano ad avere una migliore ottimizzazione a quelli dedicati all’analisi dei volumi di traffico o l’andamento delle keyword. Insomma, opzioni pressoché sconfinate, per ogni tipo di esigenza. Per qualsiasi budget. E, soprattutto, per qualsiasi obiettivo. I Tools sono in conclusione uno strumento potentissimo, ma attenzione: vanno saputi usare, maneggiati con cura, per fare in modo che possano davvero essere un valore aggiunto. L’errore da non commettere è infatti quello di farsi prendere dalla compulsività, acquistando Tools che, se non saputi usare, nel migliore dei casi non porterebbero alcun beneficio, mentre nella peggiore delle situazioni potrebbero addirittura influire negativamente sulle performance.

Bugdet e Team

Investire nella SEO è una scelta che può essere adottata da chiunque: da una singola persona che vuole valorizzare il suo blog, da un giornale online che ambisce a superare la concorrenza, senza dimenticare le aziende. Ogni realtà è bene che si fissi un bugdet congruo con le proprie possibilità. Investire nella SEO non deve mai diventare un problema per il bilancio aziendale, ma un costo sostenibile. Un investimento. Lo stesso concetto si applica al “team”. Può essere interno alla propria realtà, soluzione da privilegiare sempre, perché significa non disperdere le competenze e non svelare a terzi dati sensibili della propria azienda, oppure ci si può risolvere a professionisti. Una squadra che si occupi di SEO dovrebbe essere composta da figure professionali con compiti precisi: director of SEO, SEO product Manager, Content SEO Lead, SEO Analyst, Platform specialist, Senior SEO Manager. Anche in questo caso, ovviamente, molto dipende dalla propria “dimensione” e dagli obiettivi che ci si è posti.

Rifiuta le scorciatoie

Le richieste per una SEO strategy si moltiplicano. Districarsi in questo oceano di opportunità non è semplice e scegliere la soluzione più veloce vuol dire quasi sempre fare un passo falso. E’ molto importante diffidare, anzi allontanare immediatamente, qualsiasi scorciatoia o stratagemma per aggirare il sistema. Gli algoritmi sono complessi, ma certamente precisi e “intelligenti”. In grado di capire e, di conseguenza, di penalizzare, ogni processo volto a bypassarli o distorcerne i processi che li governano. Occorre quindi avere pazienza e lavorare con costanza, il sistema non può essere aggirato. Molto probabilmente, in quello che abbiamo detto essere un lungo lavoro, più volte ci si imbatterà in annunci online o promesse fatte da finti esperti che assicurano risultati certi, in tempi brevi: non c’è nulla di più sbagliato di abbandonare la linea scelta in favore di un successo immediato. Perché non arriverà.

In conclusione, investire nella SEO è una scelta vincente e, se fatta con accuratezza, può davvero fare la differenza e dare una spinta a un sito e, di conseguenza, alla realtà aziendale ad esso collegata. Un viaggio affascinante, ma pieno di ostacoli: ecco come saperne di più per ottenere risultati all’altezza delle aspettative.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter