Sponsorizzato

Ristoranti self-service “RistoBio”: al lavoro anche in Covid-19 “fase2”

Ristoranti self-service “RistoBio”: al lavoro anche in Covid-19 “fase2”
11 Maggio 2020 ore 12:00

L’11 maggio è arrivato. Una data importante per la società di ristorazione collettiva SerCar, infatti, dopo due mesi di forzato lockdown per l’emergenza Covid-19, da lunedì 11 maggio la Sercar riprende la sua attività. In particolare per i suoi ristoranti self-service “RistoBio” di Alzano e Grumello del Monte. Il ristorante interaziendale “RistoBio” di Trezzo sull’Adda, ha ripreso la sua completa attività dal 4 maggio.

Il “restyling” di questo self-service ha previsto misure atte a contenere il contagio da Covid 19. Anzitutto si potrà usufruire di un servizio sviluppato su un’apertura più ampia in termini di tempo (da lunedì a venerdì dalle 11:30 alle 14:30) in modo da soddisfare le esigenze di tutti i nostri clienti che avranno la possibilità di gestire la pausa pranzo su più turni, scaglionando quindi le presenze dei commensali.

Come disposto dall’Ordinanza del Presidente della Regione Lombardia del 21/03/2020 n. 514 prima di accedere al locale sarà rilevata la temperatura corporea tramite infrarossi. Nel caso la temperatura superi i 37,5°C non sarà consentito l’accesso al self service. Per accedere ai locali i clienti dovranno indossare idonea mascherina Qualora il cliente non voglia farsi misurare la temperatura corporea o non indossi la mascherina, non potrà accedere al locale.

L’area di somministrazione è stata modificata in modo da garantire la distanza minima interpersonale di 1 metro tra le persone sia nel momento della scelta del pasto lungo la linea self service, sia nel momento del consumo. Tutto ciò è agevolato da pannelli verticali, strisce a terra e predisposizione di barriere protettive trasparenti sui tavoli, comunque distanziati.

I locali saranno dotati di igienizzanti a base alcolica per mani e di guanti monouso per l’utilizzo a titolo gratuito da parte dei clienti e saranno sottoposti a regolare sanificazione con utilizzo di prodotti a base alcolica o cloroattivi come predisposto da circolare ministeriale.

Per far fronte alle esigenze di tutti i clienti, SerCar S.p.A. prevede anche la consegna del pasto presso le aziende, anche per un numero di pasti esiguo. Il pasto sarà consegnato in piattini monoporzione e monouso sigillati, verrà accompagnato da posate monouso sigillate e da eventuali condimenti monodose. La salubrità dei pasti verrà garantita con il legame freddo. Il pasto verrà ricevuto in regime di refrigerazione e per il rinvenimento dei pasti da consumare caldi Ser Car metterà a disposizione dei forni a microonde qualora non fossero già presenti in loco.

Il pasto verrà scelto dal cliente da un menù basato su alternative in modo da lasciare libertà di scelta e far fronte alle richieste particolari come possibili diete sanitarie o etico religiose ed il menù sarà inviato tramite mail. La prenotazione del pasto dovrà avvenire idealmente il giorno prima o al massimo entro le ore 09.00 della mattina dello stesso giorno del consumo. 

Il menù sarà pubblicato alle ore 15.00 del giorno precedente la consegna sulla nostra App “Ristobio”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia