Sicurezza

Sinergia vincente: sicurezza stradale e innovazione tecnologica. Il progetto Sicurezza Milano Metropolitana fa centro

Il Progetto è un piano pluriennale di interventi per la sicurezza stradale e la tutela del territorio sviluppato insieme a Safety21 e Municipia.

Sinergia vincente: sicurezza stradale e innovazione tecnologica. Il progetto Sicurezza Milano Metropolitana fa centro
Politica 04 Marzo 2021 ore 17:43

Il Progetto Sicurezza Milano Metropolitana coniuga e converge sinergie virtuose, e la tecnologia si mette al servizio del territorio. Il Progetto è un piano pluriennale di interventi per la sicurezza stradale e la tutela del territorio sviluppato insieme a Safety21 e Municipia.

Arianna Censi, Vice Sindaca della Città Metropolitana di Milano, dichiara: “i dispositivi di controllo del territorio, che entro la prossima settimana saranno attivati, vogliono essere uno strumento per accrescere la sicurezza delle strade gestite dalla Città Metropolitana di Milano, garantendo la tutela del territorio, dell’ambiente e dei cittadini. Tutti gli strumenti installati nell’ambito del  Progetto Sicurezza Milano Metropolitana vanno a comporre una vera e propria rete di dispositivi smart che dialogano e interagiscono con l’ecosistema Titan® - la piattaforma in dotazione alla Polizia Locale - che riceve e gestisce in cloud informazioni, dati e immagini utili per la constatazione di eventuali infrazioni e per l’elaborazione, con una metodologia scientifica, di analisi sul traffico, garantendo allo stesso tempo, i più elevati standard di sicurezza e trasparenza dei dati”.

Ecco tutti i numeri del progetto:

Piazzole di sosta - Il Progetto Sicurezza Milano Metropolitana intende contrastare gli illeciti legati all’abbandono dei rifiuti in aree metropolitane anche in ottica di tutela del territorio e salvaguardia degli ambienti.

Sono 18 i nuovi dispositivi per il monitoraggio delle aree di sosta previsti entro la fine di marzo.  Di questi 18, sette sono in consegna nella prossima settimana e sono state installate sulla S.P. 415 Paullese e sulla S.P. 39 Della Cerca, a cui se ne aggiungeranno 37 entro la fine del 2021. Per arrivare entro l’anno ad un totale di 55 piazzole video controllate.

A supporto dell’attività di controllo delle piazzole per il contrasto agli illeciti ambientali che Città Metropolitana di Milano sta perseguendo con questo progetto, continua la campagna di comunicazione finalizzata alla sensibilizzazione degli utenti della strada verso un comportamento più responsabile e corretto nei confronti del territorio e dell’ambiente. La campagna, che sarà on air a partire dall’8 marzo, sarà declinata a livello locale, nelle aree interessate dagli interventi, sui portali web di informazione locale e sui social media.

Attraversamento pedonale - 2 sono i sistemi di controllo pedonale già attivi dei 10 previsti entro l’anno. Il primo nel Comune di San Giuliano Milanese, il secondo nel comune di Vittuone.

Monitoraggio del traffico - sono già stati posizionati e attivati 12 dispositivi di monitoraggio del traffico. A questi entro la fine di marzo se ne aggiungeranno 9 e, entro la fine dell’anno, altri 20 per arrivare ad un totale di 41 sistemi per il monitoraggio del traffico.

Il traffico è monitorato tramite un innovativo sistema con tecnologia radar doppler a microonde, e il video, registrato su un Cloud certificato, consente alla Polizia Locale una consultazione in tempo reale dell’area.

Nel dettaglio, i nuovi sistemi di monitoraggio del traffico li troviamo sulla S.P. ex S.S. 35 dei Giovi nei Comuni di Casarile, Zibido San Giacomo, Cormano, Milano e sulla S.P. 183 Gudo Visconti, ecco nel particolare dove sono stati installati:

  • Il dispositivo di Gudo Visconti si trova sulla S.P. 183 Abbiategrasso - Ozzero - Gudo Visconti presso il Km 7+981 e precisamente - dopo la rotonda che interseca la S.P. 30 in direzione Ozzero.

 

Dei 4 rilevatori sulla S.P. ex S.S. 35 dei Giovi:

  • Il primo è sulla S.P. ex S.S. 35 dei Giovi al Km 110+180 - di competenza del Comune di Zibido San Giacomo - prima dello svincolo per la S.P. 105;
  • Il secondo sempre sulla S.P. ex S.S. 35 dei Giovi al km 104+456 - di competenza del Comune di Casarile in direzione Nivolto (in corrispondenza dell’Azienda meccanica ILCA);
  • Il terzo sulla S.P. ex S.S. 35 dei Giovi al Km 129+000 di competenza del comune di Milano prima dell’imbocco dello svincolo Autostradale “Cormano” in direzione Milano Centro;
  • Il quarto, in rilascio a breve è sulla S.P. ex S.S. 35 posizionato al km 128+955 - sulla via Rubicone in direzione Meda.

 

Per maggiori dettagli sul posizionamento dei dispositivi e per aggiornamenti sui futuri interventi, consultare il sito web di Progetto Sicurezza Milano Metropolitana che approfondisce ogni aspetto del progetto.