Menu
Cerca

Scontro in aula tra sindaco ed ex assessore

Al Consiglio comunale di Cassina de' Pecchi duro confronto verbale tra il primo cittadino, Massimo Mandelli, e Sandro Medei, da poco estromesso dalla Giunta.

Scontro in aula tra sindaco ed ex assessore
Politica Martesana, 16 Febbraio 2018 ore 07:52

Scontro in aula tra sindaco ed ex assessore. A Cassina de' Pecchi giovedì sera in Consiglio comunale è andato in scena l'atteso "Mezzogiorno di fuoco".

Scontro in aula

Tutto nasce dalla espulsione di Sandro Medei, che aveva le deleghe all'Urbanistica, allo Sport, ai Cimiteri, agli anziani e al Personale. Galeotte sarebbero state alcune sue dichiarazioni in merito al fallimento del Piano di governo del territorio vigente e alla necessità di allentare i vincoli per renderlo più efficace.

"Sindaco, leader nascosto"

Proprio Medei ha accusato il primo cittadino di non avere avuto il coraggio del confronto. Di averlo cacciato mentre era in vacanza, senza nemmeno una telefonata. "E' un leader della squadra nascosto", ha detto.

"Attacchi intollerabili"

Il primo cittadino, Massimo Mandelli, ha spiegato che invece sono state le dichiarazioni dell'ex amministratore ad avere creato imbarazzo e sconcerto nella maggioranza. E che soprattutto i suoi attacchi a una parte della coalizione (come quando ha dichiarato che alcuni viaggiano con il paraocchi) hanno creato un clima di sfiducia.