Politica

Respinta la (non) mozione di sfiducia a Masate

Masate. Declassata a mozione semplice è stata bocciata dalla maggioranza. Alessandro Vallerini si astiene.

Respinta la (non) mozione di sfiducia a Masate
Politica Trezzese, 13 Novembre 2018 ore 14:13

Respinta con i voti della maggioranza con l'esclusione del solo Vallerini che si è astenuto. "Insieme" a rimandato al mittente la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco.

Respinta al mittente

E’ la fine che ha fatto la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco sottoscritta dagli esponenti di Masate Civica e portata nel corso del Consiglio comunale di lunedì sera. Una seduta vivace caratterizzata da sospensioni, polemiche, accuse e contraccuse, che si è conclusa con il respingimento della mozione da parte della maggioranza con l’esclusione di Alessandro Vallerini, da qualche tempo "separato in casa", che si è espresso per l’astensione.

Declassata

Il primo colpo la mozione lo ha subito in apertura di seduta quando il segretario Sandro Rizzoni ha spiegato come, non essendo stato sottoscritto dai 2/5 dei consiglieri la mozione non avrebbe potuto essere considerata di sfiducia. "O la ritirate e la ripresentate con le caratteristiche necessarie o la trasformate in qualcosa di diverso", ha spiegato il funzionario. Declassata a  mozione semplice il documento del gruppo capitanato da Franco Soldano ha sottolineato la mancata trasparenza sulle modifiche al documento urbanistico, e la gestione lacunosa della questione relativa alla richiesta di autorizzazioni per gli impianti di biogas. Ma non solo. Il gruppo di opposizione ha posto l’accento anche sul parere favorevole espresso dall’Amministrazione sull’impianto proposto da Energa, e sulla posizione del sindaco, che ricopre il ruolo di presidente del comitato strategico di Cem, senza dimenticare la gestione dell’area ex Comotti e la mancanza di programmazione. Durissima la replica del vicesindaco Pamela Tumiati, che ha ribattuto punto su punto e ha ironizzato sul fatto che la mozione era stata in parte copiata da un analogo documento presentato tempo fa a Paternò.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter