Protesta

“Piano vaccini confuso, mancano i medici di base”. Protesta a Cernusco sul Naviglio

Le associazioni del territorio preparano una manifestazione per domani, sabato, davanti all'ospedale di Melegnano.

Politica Martesana, 19 Febbraio 2021 ore 12:06

Volantinaggio davanti al Centro unico di prenotazione di Cernusco sul Naviglio per sensibilizzare i cittadini sui mali della Sanità lombarda. Dall’avvio di un piano di vaccinazioni che mostrerebbe più di un punto debole, alla cronica mancanza di medici di base. L’iniziativa si è tenuta oggi, venerdì 19 febbraio 2021 davanti al Centro unico di prenotazioni di piazza Martiri della libertà.

Piano vaccinale non trasparente

“E’ da marzo che stiamo assistendo a una serie di gravi errori nella gestione dell’emergenza sanitaria da parte della Sanità lombarda –  ha spiegato Jeanine Carteau dell’associazione Cernusco in Comune che – L’ultima è l’organizzazione del piano vaccinale con gli anziani che si collegavano per registrarsi e si trovavano in una lista di attesa di centomila persone“.

Manifestazione davanti all’ospedale di Melegnano

Cernusco in Comune ha aderito con altre associazioni a un Coordinamento per il diritto alla salute per la zona di Melegnano e della Martesana. Il volantinaggio era anche l’occasione per informare riguardo alla manifestazione che è stata organizzata per domani, sabato, dalle 10 alle 12 davanti all’ospedale di Melegnano a un anno dallo scoppio della crisi sanitaria in Italia.

2 foto Sfoglia la gallery

“Legge regionale 23 da azzerare”

I tagli alla sanità e l’estesa privatizzazione hanno causato l’esplosione delle liste d’attesa e ridotto l’accesso alle cure delle cronicità portando ad ulteriori decessi – fa sapere il coordinamento in un comunicato – Non si tratta solo di incompetenza e imprevidenza: i vaccini influenzali sono insufficienti e pagati a caro prezzo; c’è la rinuncia al tracciamento; la vaccinazione anti- Covid non decolla. Il risultato è una vera e propria “salute di classe”, chi ha reddito può curarsi e chi non ne ha si trascura, vive male e muore prima. Va azzerata la normativa che la sorregge“.

Mancano i medici di base

Tra i punti cardine della protesta di domani saranno dunque evidenziati la carenza dei medici di medicina generale, le lunghe liste di attesa, che dirottano i pazienti sulla sanità privata, e la mancanza di un piano trasparente e pubblico di vaccinazione anti-Covid.

 

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli