Politica
scuola

Mensa scolastica, Cassina de' Pecchi quasi da record

Approvato dal Consiglio comunale un Piano per il diritto allo studio che investe quasi due milioni di euro (ma non è questo il dato che fa invidia ai Comuni vicini).

Mensa scolastica, Cassina de' Pecchi quasi da record
Politica Martesana, 25 Dicembre 2021 ore 17:16

Approvato a Cassina de' Pecchi dal Consiglio comunale di martedì 21 dicembre 2021 il Piano per diritto allo studio. Esso prevede un investimento di quasi due milioni di euro a favore delle scuole del paese.

Finanziati quasi settanta progetti della scuola di Cassina

Per l'assessore alla partita Gianluigi De Sanctis si tratta di un piano ambizioso, che porta avanti progetti e iniziative, nonostante le difficoltà dell’emergenza sanitaria che anche quest’anno rende difficoltosa la vita quotidiana, incrementando l’offerta educativa con progetti mirati alla crescita culturale degli studenti, in accordo con la dirigenza scolastica, con 29 progetti per la scuola secondaria, 28 per la scuola primaria, 6 per la scuola dell’infanzia e 2 trasversali per tutti gli ordini, oltre a 6 progetti proposti dall’Amministrazione comunale e accettati dai docenti.

“Anche quest’anno abbiamo voluto dare un segnale tangibile dell’attenzione di questa Amministrazione alla scuola - ha detto - Non solo nell’ambito degli interventi di manutenzione degli edifici, per un importo totale di 260mila euro, ma anche incrementando l’offerta educativa. Infine sono stai confermati i fondi, pari a 343mila euro, che garantiscono, in aggiunta o a fianco della scuola, servizi educativi e formativi essenziali e apprezzati dalla comunità cassinese. Tutti gli interventi trattati, inseriti in una collaborazione proficua tra comune, scuola e territorio, ci permettono di guardare a questo anno scolastico con fiducia e vogliono favorire la partecipazione degli adulti nella formazione dei giovani. Grazie all’impegno che il corpo insegnanti, la dirigenza, il personale Ata e i genitori saranno disposti ad investire, potremmo offrire ai nostri studenti un percorso formativo di qualità, nonostante le difficoltà del periodo storico. Tutto ciò perché la nostra scuola continui ad essere il luogo dove bambini e ragazzi imparino ad essere cittadini consapevoli, ad apprezzare la bellezza e la conoscenza, a riconoscere i propri talenti, ad impegnarsi per esprimerli e svilupparli, per guardare con fiducia al futuro”.

Soddisfatto anche il primo cittadino:

“Abbiamo approvato un Piano per il diritto allo studio di altissimo contenuto dal punto di vista culturale e dell’offerta formativa - ha aggiunto la sindaca Elisa Balconi - Abbiamo concordato, con la Dirigenza e le insegnanti, progetti creati su misura per meglio rispondere alle loro esigenze. Ringrazio la dirigenza scolastica e le insegnanti per la fattiva collaborazione. Sono certa che la scuola di Cassina de’ Pecchi, anche grazie a questo innovativo Piano, possa sempre più riconfermarsi un fiore all’occhiello della nostra comunità”.

Mensa scolastica da record

Quasi strabilianti sono invece i conti della mensa scolastica, con un livello di morosità da parte delle famiglie ai minimi termini e oggetto dell'invidia di quasi tutte le Amministrazioni. Anzi, a essere in ritardo nei pagamenti è proprio il Comune, che per problemi tecnici non ha ancora concluso la restituzione di parte dei buono pasto, come aveva invece promesso dopo aver vinto un bando inerente le mense biologiche nel 2018.

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da venerdì 24 dicembre 2021.

Seguici sui nostri canali