Amministrative

Lega e Fratelli d’Italia hanno scelto il candidato

A Segrate sarà Luca Sirtori a rappresentare i due partiti del centrodestra. Si aspetta la scelta di Forza Italia.

Lega e Fratelli d’Italia hanno scelto il candidato
Martesana, 14 Luglio 2020 ore 20:51

Lega e Fratelli d’Italia puntano su Luca Sirtori per conquistare il Palazzo. “Abbiamo un progetto comune, basato su valori e programma. C’è ancora spazio per allargare l’alleanza alle forze che credono nel cambiamento”.

Lega e Fratelli d’Italia puntano su Luca Sirtori

A Segrate è stata raggiunta l’intesa tra Fratelli d’Italia e Lega: Luca Sirtori sarà il candidato sindaco dei due partiti. “Proponiamo ai segratesi un progetto di rilancio della città che la faccia uscire rapidamente dal lungo periodo di mediocrità, immobilismo e declino a cui l’ha condannata l’attuale Amministrazione di sinistra”, hanno detto i referenti.
Per Lega e FdI Sirtori è “giovane, nuovo della politica, in grado di rappresentare i princìpi programmatici fondamentali sui quali le due forze politiche convergono: ristabilire la sicurezza dei residenti e cancellare il degrado urbano, offrire servizi di qualità, rilanciare l’impresa e l’economia locali, avviare un processo di defiscalizzazione, intraprendere progetti di innovazione, rivalutare il rispetto delle tradizioni, garantire la centralità della famiglia, promuovere lo sviluppo sociale e la solidarietà. La nuova Amministrazione dovrà inoltre affrontare le conseguenze della pandemia sull’economia locale anticipando, con soluzioni efficaci, le situazioni di crisi in cui si troveranno coinvolte imprese e famiglie a causa delle fallimentari politiche del Governo”.

Spazio ad ampliare l’alleanza nel centrodestra

Lega e FdI hanno dichiarato che esiste lo spazio per ampliare l’alleanza di governo locale anche ad altre forze politiche disponibili ad abbracciare un progetto di rilancio innovativo, liberale e civico per Segrate. “Abbiamo lavorato bene sul territorio in questi anni – ha detto Sandro Sisler, coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia – A Segrate si è costituito un circolo forte e motivato, guidato da Gian Pietro Ferrari, che ha costruito un progetto serio e credibile, la nostra proposta sarà al servizio della città e della sua gente. Luca Sirtori è il candidato che può garantire un futuro di buon governo alla città. Farò e faremo tutto ciò che è possibile per allargare la coalizione anche alle altre forze del centro destra segratese per arrivare, con un progetto condiviso, alla vittoria”.
Lo conferma Daniela Santanchè, coordinatore regionale del partito: “Fratelli d’Italia è in crescita ovunque – ha commentato – La coerenza delle idee e la vicinanza alla gente hanno attirato volti nuovi e ci consentono di presentare proposte di qualità per le prossime elezioni amministrative. Sentiamo la fiducia degli elettori e siamo sicuri di poter confermare le loro aspettative”.

Soddisfatta la Lega

La Lega aveva inizialmente candidato Terry Schiavo, ma poi è tornata sui propri passi. “La sezione di Segrate della Lega, guidata dal segretario Roberto Viganò, è impegnata nel rilancio della città – ha dichiarato Mauro Andreoni, segretario provinciale del Carroccio – Insieme a Fratelli d’Italia, al candidato sindaco Luca Sirtori e alle forze politiche di centrodestra che vorranno aderire al progetto, è pronta a lavorare per tutti i segratesi garantendo la salvaguardia dei diritti delle imprese, dei commercianti, dei professionisti e di tutte le categorie che rendono viva la nostra città”.

Il candidato è pronto alla sfida

“Sono nato e cresciuto a Segrate, dove la mia famiglia risiede e lavora da oltre un secolo – ha detto Luca Sirtori – Ho accettato con convinzione e gratitudine la proposta di candidatura perché voglio restituire alla mia città quanto da lei ho ricevuto nel tempo. Credo che Segrate meriti molto più di quello che si è visto negli ultimi cinque anni: parlo tutti i giorni con persone scontente e preoccupate come me del declino che vive e penso che si debba riprendere un cammino di crescita e sviluppo partendo proprio dall’ascolto dei segratesi e delle loro necessità. Credo fortemente nella sicurezza e nella legalità che devono essere il primo impegno di un’Amministrazione e penso che una città ricca e prospera come la nostra debba affrontare le difficoltà puntando sullo sviluppo e sull’innovazione, non sulle tasse. Lavoro da sei mesi con una squadra compatta e coesa piena di idee e animata da un vero spirito civico. Ritengo che sotto questo progetto si possano raccogliere tutte le forze politiche che condividono l’obiettivo prioritario di riportare l’Amministrazione di Segrate a esprimere l’efficienza e la qualità che le spettano”.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia