La maxi discarica abusiva di Pioltello arriva alla Camera

La maxi discarica abusiva di Pioltello arriva alla Camera
Martesana, 09 Dicembre 2019 ore 09:49

La maxi discarica abusiva di Pioltello arriva alla Camera. Interrogazione presentata dall’onorevole leghista Fabrizio Cecchetti.

La discarica abusiva di Pioltello alla Camera

 “La discarica abusiva scoperta a Pioltello è una ferita grave per il territorio e una minaccia per la salute dei cittadini. Ho presentato un’interrogazione al ministro Costa per sapere cosa intende fare il governo, pur nei limiti delle sue competenze. I cittadini hanno il diritto di sapere se e cosa si nasconda in quei 26mila metri quadrati di terreno sequestrato dalla Guardia di Finanza. Allo stesso modo, vogliamo sapere se il ministro intende inviare gli ispettori dell’Ispra e quali misure per tutelare la salute della popolazione interessata” lo dichiara il deputato della Lega Fabrizio Cecchetti, vicecapogruppo vicario alla Camera.

LEGGI ANCHE: 26mila metri quadrati sequestrati dalla Finanza

L’interrogazione

Di seguito il testo dell’interrogazione presentata dall’onorevole leghista:

Premesso che:
la Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato un terreno di circa 26mila metri quadrati a Pioltello che era adibito a discarica abusiva e ha eseguito perquisizioni nelle sedi legali e operative di cinque società dell’hinterland milanese; società che avrebbero dovuto, sulla carta, svolgere un’attività di “movimentazione  terra”, ma che in realtà portavano avanti un traffico illecito di rifiuti;
in particolare sono stati perquisiti gli uffici, nei comuni di Milano, Pioltello, Carugate, Gessate e Buccinasco, di quattro società a vario titolo coinvolte in un sistema di gestione abusiva e di traffico di rifiuti che venivano sotterrati proprio nella vasta area sequestrata a Pioltello;
il terreno, su cui era in corso l’opera di “rinterro per raggiungimento quota stradale”, come dichiarato formalmente dalla società proprietaria, è stato sottoposto a sequestro a causa di una serie di illeciti, tra cui la presenza di materiale di ignota provenienza qualificabile come “rifiuto”, e anche lo smaltimento illecito rifiuti;
da quello che è emerso dalle indagini, sembra che molti di questi rifiuti venissero “sotterrati”. Le fiamme gialle, intervenute insieme al nucleo ambientale di polizia giudiziaria e alla polizia locale, hanno constatato che era in corso proprio un lavoro di copertura di rifiuti;
la gestione e lo smaltimento illecito dei rifiuti rappresenta un business illegale in crescente floridità ovvero una forma di concorrenza sleale a svantaggio delle imprese che operano in modo onesto sul mercato, una possibile via di infiltrazione della criminalità organizzata e, ovviamente, un grave pregiudizio per l’ambiente
Si chiede:
se il Ministro, intenda adottare tutti gli opportuni provvedimenti di propria competenza per verificare le problematiche emerse, al fine di garantire la salute e la stessa qualità di vita dei cittadini residenti nel comune di Pioltello interessati dalla discarica abusiva, predisponendo ulteriori accertamenti e verifiche attraverso il NOE e l’ISPRA

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve