Politica

Illuminazione pubblica il Polo attacca l'Amministrazione

Il gruppo politico ha puntato il dito contro il vicesindaco, reo (a loro dire) di non prestare sufficiente attenzione alla situazione.

Illuminazione pubblica il Polo attacca l'Amministrazione
Politica Martesana, 13 Novembre 2018 ore 10:21

L'illuminazione pubblica a Pioltello è una ferita aperta. I lavori di rinnovamento della rete sono ancora in corso e i disagi per la cittadinanza  sono all'ordine del giorno.

Illuminazione pubblica Polo all'attacco

Già nel corso del Consiglio comunale  di giovedì sera il Polo per Pioltello aveva chiesto conto all'Amministrazione di fare il punto sulla rete dei lampioni e sui guasti che da mesi si susseguono. A rispondere il vicesindaco Saimon Gaiotto che aveva spiegato come le problematiche fossero legate alla vecchiaia delle reti e al passaggio di operatore. Disagi destinati a durare ancora qualche mese, almeno fino a quando non saranno completate le opere di rinnovamento della rete e si potrà procedere con la sostituzione dei corpi luce.

Due pesi due misure

"C'era una volta un consigliere di opposizione che appena l'erba raggiungeva 8 centimetri di lunghezza dettava comunicati stampa allarmati sullo stato di degrado di Pioltello - hanno ironizzato dal Polo con riferimento proprio al comportamento di Gaiotto quando alla guida della città c'era il sindaco di centrodestra Cristina Carrer - Adesso l'allarme è diventato giustificazionismo per qualsiasi cosa. L'erba ha spesso superato la sua soglia critica di allarme, i parchi versano in condizioni imbarazzanti, le strade sono un gruviera e gran parte della città dopo il tramonto è completamente al buio".

"Dichiarazioni degne di Fantozzi"

"Le dichiarazioni attuali di colui che è oggi responsabile di questa situazione sono un esercizio degno del tragicomico Fantozzi - hanno continuato dal Polo - Scuse, giustificazioni, rassicurazioni sui lunghi tempi che serviranno per il ripristino della normalità. Se non fosse che lasciare la città al buio è da irresponsabili per la sicurezza in generale, ci sarebbe da sorridere e riprendere il centimetro e una lanterna e passare il tempo a misurare l'erba...".

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE. 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter