Il Carosello spacca la maggioranza di Cernusco

Il Carosello spacca la maggioranza di Cernusco
02 Febbraio 2017 ore 10:46

L’atto d’indirizzo per l’ampliamento del Casello è passato, ma ha spaccato la maggioranza. Sinistra per Cernusco infatti ha votato contro e ci potrebbero essere delle ripercussioni già questa mattina, giovedì. Potrebbe infatti saltare l’assessore Rita Zecchini, ma l’ipotesi che la lista esca dalla coalizione di centrosinistra non è così remota.

Ieri sera è stata una seduta attesa e importante, forse l’ultimo punto cruciale dell’esecutivo guidato dal sindaco Eugenio Comincini. La sala è rimasta gremita (c’erano esponenti del centrodestra, del Movimento 5 Stelle e cittadini che fanno parte di associazioni legate all’ambiente) fino alle 2 di notte, quando si è finito di discutere il punto relativo all’atto di indirizzo del centro commerciale.

Il capogruppo di Sinistra per Cernusco Danilo Radaelli è stato il primo a prendere la parola, spiegando che la sua lista avrebbe votato contro. “Due anni e mezzo fa abbiamo votato a favore come segno di fiducia – ha spiegato – Negli ultimi anni abbiamo approfondito l’argomento, che non faceva parte del programma elettorale. Conosciamo i passaggi e sappiamo che è un atto di indirizzo, ma indirizza, appunto, in un verso ben preciso, ovvero l’ampliamento”.

La decisione di Sinistra per Cernusco era già nell’aria da qualche ora ed è stata accolta con entusiasmo dalla platea, oltre che dai consiglieri Mauro Aimi (M5S), Gianluigi Frigerio (FI), Caludio Keller (Gruppo Misto) e Claudio Gargantini (Persona e Città). Anche loro hanno votato contro, mentre Fabrizio De Luigi (FI) si è astenuto. “Questo atto non crea alcun vincolo”, ha rimarcato.

Contro Sinistra per Cernusco si è mossa in blocco il resto della maggioranza. Il capogruppo di Vivere Cernusco Mariangela Mariani ha sottolineato che Radaelli ha mischiato due piani. “Ciò che stiamo deliberando è un atto di indirizzo che consentirà al sindaco di sedersi a un tavolo e discutere, con indicazioni che intendono tutelare al meglio la città, un accordo di programma”, ha detto nel suo intervento. Gli assessori Ermanno Zacchetti e Giordano Marchetti hanno rassicurato che, in ogni caso, l’ampliamento del centro commerciale non avrà ripercussioni nefaste su commercio e ambiente della città.

L’asso a sorpresa, a notte inoltrata, l’ha giocato il sindaco Eugenio Comincini. “Prendo atto che la compattezza della maggioranza è venuta meno su un punto importante – ha rimarcato – Domani mattina ci sarà un confronto con le segreterie e valuteremo eventuali decisioni”. Che arriveranno nel giro di una manciata di ore.

Il servizio completo con i singoli intervento, i retroscena, le immagini, i risvolti della decisione sul numero del giornale in edicola e nel comodo sfogliabile on line per smartphone, tablet e pc da sabato 4 febbraio.

 


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia