Campagna elettorale

Giorgia Meloni a Segrate per sostenere Sirtori FOTO

La leader di Fratelli d'Italia è venuta in città per sostenere il candidato sindaco Luca Sirtori.

Giorgia Meloni a Segrate per sostenere Sirtori FOTO
Martesana, 20 Luglio 2020 ore 19:50

Il leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni oggi, lunedì 20 luglio 2020, è arrivata in città per sostenere il candidato della coalizione Lega-FdI.

Giorgia Meloni accolta dagli applausi

Il leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni oggi, lunedì 20 luglio 2020, è arrivata in città per sostenere Luca Sirtori, il candidato della coalizione Lega-FdI. Insieme a lei c’erano anche l’assessore regionale Riccardo De Corato, il senatore Ignazio La Russa, l’ex parlamentare europeo Stefano Maullu e altre rappresentanti del partito compreso quello cittadino Pietro Ferrari.

La situazione segratese

All’incontro con la stampa hanno partecipato anche la senatrice Daniela Santanchè, coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, e Sandro Sisler, coordinatore provinciale di Milano. “Segrate per noi è una città simbolo – ha detto la prima – Abbiamo visto vari problemi che l’hanno afflitta negli ultimi anni e quindi vogliamo davvero vincere. Sarà una campagna elettorale difficile, faticosa perché avremo in mezzo il mese di agosto, ma vedendo tutti voi vado a casa più tranquilla perché ce la possiamo fare”.
“Ringrazio Mauro Andreoni e tutti gli amici della Lega di Segrate per essere giunti a un accordo per la candidatura di Sirtori – ha sottolineato Sisler – Luca rappresenta la giusta novità che serviva a Segrate per strapparla dalle mani della sinistra che inopinatamente governa la città da cinque anni a causa di incomprensioni nel centrodestra. Siamo pronti a riprenderci Segrate come è giusto che sia. La partita delle alleanze non è chiusa, la porta è aperta. Sono convinto che con Forza Italia troveremo un accordo che consenta anche a loro di appoggiare il nostro candidato in modo che sia di tutti”.

Il sostegno di Meloni

“Pensiamo che Luca sia la persona giusta – ha commentato il leader Meloni – Quando si sceglie un candidato lo si fa puntando su chi è capace e la prima cosa che deve avere per quel territorio che vuol governare è l’amore. Luca appartiene a una delle famiglie storiche di Segrate che questa città l’hanno costruita, difesa, rappresentata, che qui hanno lavorato e questo per noi è un valore aggiunto. Luca è un dirigente capacissimo, un padre di famiglia, presidente dell’Associazione nazionale Carabinieri di Segrate, collabora coi paracadutisti… Non so cos’altro vi aspettiate da un candidato sindaco. Questa città è strategica all’interno di una regione strategica perché è capitale del terziario avanzato, un po’ il crocevia del genio, della velocità, della produzione lombarda, una città che deve tornare a credere in se stessa e crescere”.

Il candidato è pronto alla sfida

“Quando un presidente di un partito nazionale si presenta di persona vuol dire che crede nel progetto e in tutta la squadra e questo è motivo di orgoglio per me e tutta la città – ha detto Sirtori – Abbiamo bisogno di risvegliare Segrate dopo cinque anni di torpore. Abbiamo visto come è stata trascurata, noi vogliamo tornare ai fasti di qualche anno fa quando il centrodestra governava, tornare a riportare Segrate a quella dimensione che le compete che oggi piuttosto è sopita, tornare a essere protagonisti, un Comune ad esempio di tutta la provincia di Milano. Abbiamo entusiasmo e voglia di fare, sono fiducioso di ottenere un buon risultato”.

In molti, saputo della conferenza di presentazione alla stampa, si sono presentati per fare una foto coi politici. Presenti anche i ragazzi di Gioventù nazionale della Martesana. Le Forze dell’ordine hanno garantito la sicurezza per tutto il tempo.

23 foto Sfoglia la gallery

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia