Forza Nuova contro le delibere antifasciste

"Non firmeremo nulla".

Forza Nuova contro le delibere antifasciste
Politica Martesana, 21 Febbraio 2018 ore 16:45

Si infiamma il clima elettorale, e Forza Nuova Martesana va all'attacco dei Comuni che in queste settimane stanno facendo approvare delibere e regolamenti "antifascisti".

Forza nuova all'attacco

"Saremo ovviamente presente con la lista Italia agli Italiani anche in tutti quei comuni della Martesana che stanno facendo approvare, proprio in questi giorni, fantomatici regolamenti che impongono una “certificazione antifascista” per ottenere concessioni di suolo pubblico", hanno fatto sapere dal gruppo

"Non firmeremo alcuna dichiarazione"

Noi non firmeremo alcuna dichiarazione per il semplice motivo che l’art. 21 della Costituzione italiana sancisce la libertà di opinione di tutti i cittadini. Questi provvedimenti che stanno fioccando in tutta Italia sono semplicemente, oltre che assurdi, anti-costituzionali e, in campagna elettorale, costituiscono anche chiare violazioni della par condicio. Non ci piegheremo alla logica neo-totalitaria di sindaci che soffiano sul fuoco di una inutile contrapposizione fascismo-antifascismo ormai lontanissima dai veri problemi dei cittadini e faremo tutto quanto necessario, nelle piazze e nelle sedi opportune, perché il nostro diritto a una libera ed equa campagna elettorale sia garantito. Ovviamente, non cadremo nelle provocazioni di chi ci vuole colpire strappando i nostri manifesti, o peggio ancora chi vorrebbe uno scontro fisico in stile anni di piombo, come successo a Palermo dove un nostro dirigente nazionale è stato accerchiato, legato e selvaggiamente picchiato in 10 contro 1, logiche lontane dal nostro modo di far politica".

In Martesana

Il regolamento è stato firmato la scorsa settimana da Casa Pound a Vimodrone, non senza polemiche.  Anche a Segrate, dopo la concessione di un banchetto a CP e le polemiche interne alla maggioranza la Giunta ha emesso un provvedimento ad hoc.