Politica
intervista

Forza Italia: "L'unità del centrodestra? Trattative anche con l'acerrimo nemico Andrea Maggio"

Per la coordinatrice cittadina Eliana Capizzi però, adesso importante concentrarsi sull'attuale esperienza al governo di Cassina de' Pecchi

Forza Italia: "L'unità del centrodestra? Trattative anche con l'acerrimo nemico Andrea Maggio"
Politica Martesana, 15 Luglio 2022 ore 11:14

L’unità del centrodestra è tema caro a Forza Italia di Cassina de' Pecchi, anche se spinoso (come del resto a livello nazionale). La segretaria cittadina degli azzurri Eliana Capizzi, che è anche presidente del Consiglio comunale e membro della maggioranza, ha aperto a un futuro tavolo in cui tutti gli interlocutori possano ritrovarsi a parlare.

Apertura anche al "nemico Maggio"

Il la all'argomento è stato dato qualche settimana fa dal coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia Fabrizio Di Costanzo, che rivendicava già per le prossime elezioni amministrative del 2024 come partito di maggioranza del centrodestra il ruolo di "distribuire le carte". Ma poneva come vincolo imprescindibile la presenza in una coalizione di centrodestra di Andrea Maggio referente della civica di minoranza Uniti per Cassina.

Il fatto è che l'unità del centrodestra oggi mal si concilia con la situazione politica locale. Maggio infatti, si era presentato alle ultime elezioni sostenuto da Forza Italia, quando il referente locale del partito era Emilio Calabretta, ed in forte contrasto con la Lega, finita poi in maggioranza in alleanza con le liste civiche.  Calabretta poi , attuale consigliere di opposizione, ad aprile si è dimesso da coordinatore per passare a Fratelli d'Italia. A raccogliere il suo testimone è stata proprio Capizzi che, a differenza del predecessore, sostiene la sindaca Elisa Balconi.

Tuttavia la nuova referente non dispera di poter ricomporre i cocci:

"Se vogliamo provare a ricostruire l'unità del centrodestra almeno attorno al tavolo si devono sedere tutti quelli che si riconoscono in quel quadro di valori - ha detto - Anche Maggio quindi. Non si può fare il primo passo ponendo veti.

Va tenuto presente tuttavia, che ora siamo impegnati nell'attuale e positiva esperienza di Amministrazione. Quello posto da Di Costanzo è un tema da affrontare più avanti nel tempo".

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 9 luglio 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter