Educazione civica da ripristinare a scuola, si firma in Comune

Anche a Segrate è possibile sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare.

Educazione civica da ripristinare a scuola, si firma in Comune
Politica Martesana, 23 Luglio 2018 ore 16:36

Ripristinare l'educazione civica a scuola. Da lunedì 23 luglio lo Sportello S@C - Servizi al Cittadino è operativo per la raccolta firme riguardante la proposta di legge di iniziativa popolare “Insegnamento di educazione alla cittadinanza come materia autonoma con voto, nei curricula scolastici di ogni ordine e grado", promossa dal Comune di Firenze e sostenuta da Anci, l'Associazione Nazionale Comuni italiani.

Ripristinare l'educazione civica a scuola, la proposta

Il testo, che è già stato depositato da una delegazione di sindaci in Cassazione il 14 giugno scorso, introduce l'educazione alla cittadinanza come disciplina autonoma nei curricula scolastici. L'obiettivo è formare i giovani cittadini al senso di responsabilità e al rispetto reciproco, promuovere lo sviluppo civico e il valore della memoria, attraverso lo studio della Costituzione, dei diritti umani, e degli elementi di educazione alla legalità, all'ambiente, digitale, alimentare.

La legge di iniziativa popolare: cosa è?

La legge di iniziativa popolare è un istituto legislativo previsto dalla Costituzione (Art. 71), mediante il quale i cittadini attraverso una raccolta di firme (ne servono almeno 50.000) possono presentare al Presidente della Camera dei Deputati o Senato un progetto di legge redatto in articoli, affinché questo sia poi discusso e votato.

Una materia a sé

"Secondo questa proposta di legge che condivido, l'educazione civica sarà una materia a se stante, con voto separato, con l'obiettivo di rafforzare nei giovani il senso di appartenenza a una comunità, nella consapevolezza che a fianco dei diritti tutti noi abbiamo anche dei doveri - commenta Santina Bosco, assessore ai Servizi Demografici -. Lo studio della Costituzione e la conoscenza dell'ordinamento della Stato e dell'Unione Europea, saranno lo spunto per illustrare i danni che fanno alla collettività la noncuranza verso i beni comuni e le conseguenze di certe azioni vandaliche. L'obiettivo che questa legge può regalarci è il recupero di ciò che il passato aveva di buono: migliori rapporti umani e un modo più consapevole di essere cittadini dell'Italia e dell'Europa".

"Maggior senso di appartenenza"

"Ogni giorno da quando sono diventato sindaco sensibilizzo i segratesi a un maggior senso di appartenenza alla comunità e più in generale alle cose di tutti - commenta il sindaco Paolo Micheli -. La scuola è il luogo giusto in cui far nascere e coltivare questa coscienza e questo valore".

Dove e quando firmare

E' possibile firmare allo Sportello S@C fino al 2 settembre 2018 con i seguenti orari estivi (dal 3 settembre con orario normale):
lunedì, mercoledì e giovedì dalle ore 8 alle 12.15 e dalle 13.15 alle 15
martedì dalle ore 8 alle 12.15 e dalle 13.45 alle 17.30
venerdì dalle ore 8 alle 12.45

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI