Menu
Cerca

Dimissioni vicesindaco, Di Stefano: “Sono sorpreso, lo invito a ripensarci”

Il sindaco commenta l'annuncio shock di Gianpaolo Caponi: "Comunque andiamo avanti con una maggioranza coesa, forti del consenso tra i sestesi"

Dimissioni vicesindaco, Di Stefano: “Sono sorpreso, lo invito a ripensarci”
Politica Sesto, 17 Aprile 2018 ore 14:03

“Sono rimasto sorpreso dalle dimissioni di Gianpaolo Caponi, lo invito a ripensarci. Comunque questa Amministrazione va avanti con una maggioranza coesa”. Con queste parole il sindaco di Sesto San Giovanni Roberto Di Stefano commenta l’annuncio choc delle dimissioni dalla Giunta del vicesindaco. Dimissioni annunciate ieri sera via Facebook da Caponi, leader di Sesto nel Cuore, tre giorni dopo il passo indietro fatto dall’assessore Angela Tittaferrante.

Il sindaco: “Una scelta incomprensibile che non condivido”

“Sono rimasto sorpreso dall’apprendere, attraverso un post di Facebook, delle dimissioni del vicesindaco Caponi”. Dice Di Stefano. “Una scelta francamente incomprensibile che ovviamente non condivido. Mi dispiace molto per questa scelta e invito Gianpaolo Caponi a ripensarci nel rispetto degli elettori che hanno scommesso sulla nostra alleanza che, per quanto mi riguarda, intendo portare avanti come da mandato elettorale”.

La Giunta va avanti anche senza assessori di Sesto nel Cuore

Il sindaco comunque rassicura i sestesi che anche senza gli assessori di Sesto nel Cuore l’Amministrazione andrà avanti. “Conto, qualunque sia la decisione di Caponi, su una maggioranza solida e coesa in Consiglio comunale”. Sottolinea il sindaco. “E continuerò a quindi a guidare la città, nella certezza che i sestesi sono dalla nostra parte. Come dimostrato ampiamente all’ultima tornata elettorale dove il Centrodestra a Sesto San Giovanni, con ampio margine, ha vinto sia alle elezioni regionali che alle elezioni politiche. In questo inizio di legislatura abbiamo portato avanti importanti progetti, cogliendo l’esigenza di cambiamento che ci avevano chiesto i sestesi, dopo anni di malgoverno del Centrosinistra”.

“Ci sono state frizioni, ma non tali da giustificare una scelta del genere”

“Comprendo che Gianpaolo abbia avuto recentemente dei problemi all’interno della sua coalizione, perdendo pezzi e non nego alcune frizioni in passato, più di metodo che sui contenuti, ma non credo che siano motivazioni sufficienti per una scelta del genere”. Commenta Di Stefano. “Da parte mia continuo ad avere un ottimo rapporto con i consiglieri civici che mi hanno sempre garantito sostegno. Credo infatti che sia un errore da parte sua “tradire” il mandato elettorale e la fiducia degli elettori che ci hanno votati per il cambiamento. Sono stato votato per portare avanti un taglio netto con i disastri del passato, non sicuramente per garantire continuità. Se Gianpaolo è deluso anche per la mancata candidatura alle elezioni politiche, non dipende certo da me ma è comunque una questione che alla città non interessa.

“Sesto nel Cuore può e deve dare il suo contributo, avendo deleghe pesanti e importanti”

“Caponi ha più volte dichiarato di tenere a Sesto San Giovanni e proprio per questo dovrebbe rimanere dentro alla Giunta comunale, in maniera responsabile – conclude il sindaco – Non è bello lasciare la barca in questo momento, con tutti i problemi di bilancio che stanno emergendo. I cittadini si aspettano altro da chi hanno votato. Garantisco comunque, in ogni caso, che continueremo a governare nell’interesse dei sestesi, portando avanti, come fatto in questi mesi, il nostro programma elettorale”.