Politica

Crisi finanziaria, Lega all'attacco a Segrate

I membri del Carroccio accusano l'attuale Amministrazione.

Crisi finanziaria, Lega all'attacco a Segrate
Politica Martesana, 22 Settembre 2018 ore 11:11

Per i lumbard la crisi finanziaria è stata causata da chi governa.

Crisi finanziaria, interviene la Lega

La Lega interviene sulla crisi finanziaria che ha colpito Segrate dalla quale il Comune si sta riprendendo. Il gruppo ha voluto commentare a seguito della verifica amministrativo contabile eseguita dal Ministero dell'economia e delle finanze (Mef).

"Colpa dell'attuale Amministrazione"

"Questa Amministrazione continua a giocare a nascondino con le sue assurde argomentazioni, secondo le quali gli attuali squilibri di bilancio sono stati causati da quelle passate - hanno fatto sapere dalla sezione di Segrate della Lega - Diciamolo ancora una volta chiaro e forte: l’ammanco è creato da questa Giunta con l’approvazione di una variante radicale del Pgt, che ha comportato riflessi pesantissimi sulla situazione economica".

Richiamato il Pgt

"Ricordiamo a chi governa che il Pgt è il primo atto politico-amministrativo che una Giunta può confermare o cambiare con conseguenze dirette sul bilancio previsionale - hanno detto i membri del Carroccio - Il Pgt da noi approvato prevedeva delle aree di trasformazione, da cui entrate correnti fiscali (Imu) e proventi in conto capitale (oneri di urbanizzazione). Questa Giunta, per risposte elettorali, ha stravolto il Piano di governo del territorio facendo mancare le entrate correnti sufficienti a mantenere l’equilibrio di bilancio. Anziché prendersi la responsabilità politica-amministrativa delle sue scelte, ha preferito, con ipocrisia, inscenare il teatrino del pre-dissesto per giustificare la stroncatura immediata di ogni concessione edilizia e l’aumento della pressione fiscale sui cittadini: politica scandalosa e priva di buon senso per un Comune virtuoso come Segrate".

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter