Politica
covid-19 ed economia

Coronavirus, Lombardia presenta un pacchetto d’aiuti al Governo per aziende e lavoratori

Le parole del presidente di Regione Lombardia.

Coronavirus, Lombardia presenta un  pacchetto d’aiuti al Governo per aziende e lavoratori
Politica 10 Marzo 2020 ore 11:10

"Dall’inizio dell’emergenza sono convinto che solo con sacrifici, anche più importanti, di ciascuno di noi e con la volontà di osservare regole anche più stringenti, si possa superare questa situazione”. Parole dure quelle di Attilio Fontana, questa mattina, martedì 10 marzo 2020, in diretta su Facebook.

La Regione Lombardia presente un  pacchetto d’aiuti al Governo per aziende e lavoratori

“Dobbiamo dire grazie al sistema sanitario lombardo: agli operatori, agli uomini e donne che si stanno impegnando in maniera eccezionale, ma anche a chi sta organizzando la riqualificazione, il cambiamento dell’organizzazione della nostra struttura sanitaria. Noi stiamo riuscendo, per il momento, a tener testa alle esigenze e necessità che ci vengono presentate dai cittadini, però non possiamo resistere ancora per molto tempo. Abbiamo bisogno di una vera inversione di tendenza, che la gente interrompa la diffusione di questo contagio e che i numeri iniziano a ridursi. Serve maggior coscienza da parte di tutti”.

“La situazione è grave dal primo momento, dal primo momento ci sono dei comparti che hanno subito dei grandi colpi (turismo, ristorazione).  Noi come Regione Lombardia abbiamo mantenuto un contatto costante con tutte le categorie produttive, i rappresentati di categorie e i sindacati. Sulla base di queste richieste abbiamo presentato un pacchetto di aiuti al Governo, per affrontare i problemi di tutti: sia il lavoratore dipendente, con cassa integrazione in deroga, ma anche aziende e autonomi, professionisti e grandi imprese. Per tutti abbiamo presentato delle richieste specifiche e che, se applicate, potrebbero dare nell’immediato un aiuto. Abbiamo raggiunto un accordo coi sindacati per lo smart working. Credo che da parte nostra si stia facendo un lavoro immenso, mi auguro che si seguano le richieste presentate”.

“Abbiamo parlato con gli esperti, impossibile fare una previsione sulla carta perché siamo la prima esperienza monitorata in maniera scientifica. Noi crediamo che se ci sarà la collaborazione dei cittadini, nello spazio di qualche settimana, la situazione potrà tornare alla normalità. Senza, questa situazione durerà ancora molto tempo. Per il bene dell’economia prima riusciamo a risolvere il problema, meglio è”.

Dove si è applicata la zona rossa, creando una vera separazione sociale intensa, i risultati sono stati positivi. A Codogno lo svilupparsi del contagio è rallentato e oggi è completamente più basso rispetto allo sviluppo nel resto della Regione Lombardia. Si ripartirebbe da sani, un vantaggio rispetto ai paese che ancora non sono entrati nel problema ma ci entreranno a breve”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter