Politica
Politica

Scossone in Consiglio comunale tra le fila della maggioranza a Cassano d'Adda

Il monito di Sinistra per Cassano alla coalizione: "D'ora in avanti valuteremo, in base agli argomenti di discussione, su come prendere le decisioni che riterremo più opportune nell'interesse dei cittadini".

Scossone in Consiglio comunale tra le fila della maggioranza a Cassano d'Adda
Politica Cassanese, 17 Giugno 2021 ore 12:30

Scossone in Consiglio comunale a Cassano d'Adda tra le fila della maggioranza.  Martedì 15 giugno 2021 Giacomo Forcella ha lanciato un monito ai colleghi della coalizione.

Scossone in Consiglio comunale tra le fila della maggioranza a Cassano d'Adda

Sinistra per Cassano protagonista durante l'ultima seduta del Consiglio comunale andata in scena martedì 15 giugno. Prima dell'inizio della seduta il capogruppo Giacomo Forcella ha chiesto la parola per leggere un comunicato che sa tanto di monito per l'attuale coalizione di governo. In sintesi, d'ora in avanti e fino alla fine della legislatura, gli elementi di Sinistra per Cassano, (oltre a Forcella c'è anche Pietro Zanaboni) valuteranno, in base agli argomenti di discussione, "su come prendere le decisioni che riterranno più opportune nell'interesse dei cittadini".

Il comunicato di Sinistra per Cassano

Questo un sunto delle parole di Forcella.

"Negli interessi dei cittadini come amministratori avemmo dovuto cercare una maggiore condivisone sulle scelte, ognuno con le proprie responsabilità. Questo si è verificato parzialmente o con una forza di inerzia che ha indebolito il senso di rappresentanza. Le scelte non facili per il futuro della nostra città impongono una riflessione con il coinvolgimento delle migliori energie possibili. Non è più tempo delle chiusure pregiudiziali e dei personalismi. Per quanto ci riguarda non abbiamo mai avuto un approccio dogmatico ai vari temi in discussione. Abbiamo sempre espresso il nostro parere, spesso inascoltati, sottolineando il problema degli scarsi risultati amministrativi. Tutto questo a fronte di un democratico processo di partecipazione che si è sfilacciato. Da qui nasce la necessità di cercare una nuova prospettiva, dare vita a una forte discontinuità e una alternativa credibile che abbia idee programmatiche chiare. Con responsabilità e buon senso fino a fine legislatura valuteremo gli argomenti che saranno sottoposti all'attenzione del Consiglio comunale e le decisioni che riterremo più opportune negli interessi dei cittadini. Per la nostra città crediamo sia necessario un ampio confronto per un governo che superi un altrimenti ineluttabile perpetrarsi delle logiche che hanno caratterizzato le scelte amministrative degli ultimi anni. Siamo convinti che la nostra comunità abbia tutte le risorse umane che per esperienza e professionalità possano contribuire a dare il miglior futuro possibile alla nostra bellissima città"