Dopo la nevicata di ieri

Cologno e Segrate i sindaci fanno mea culpa per i disagi connessi alla nevicata

Il sindaco Paolo Micheli e il collega Angelo Rocchi hanno puntato il dito contro le ditte incaricate del servizio di rimozione della neve.

Cologno e Segrate i sindaci fanno mea culpa per i disagi connessi alla nevicata
Politica Martesana, 29 Dicembre 2020 ore 14:06

Un'assunzione di responsabilità, ma anche un tentativo di spiegare ai cittadini cosa sia andato storto. Il sindaco di Segrate Paolo Micheli e il collega di Cologno Monzese Angelo Rocchi hanno ritenuto doveroso scusarsi con i propri concittadini.

Mea culpa segratese

Segrate è uno di quei Comuni che si è trovato maggiormente in difficoltà per l'abbondante nevicata di ieri, lunedì 28 dicembre 2020, risultando totalmente impreparata ascoltando le critiche mosse da molti cittadini. Il sindaco Micheli, però, ha voluto chiarire come alle difficoltà dell'emergenza si sia aggiunto il problema con la ditta incaricata del servizio di pulizia neve.

Nella mattinata di ieri abbiamo riscontrato l'assenza di diversi mezzi spalaneve previsti nell'appalto che non sono riusciti a raggiungere la città perché bloccati nel traffico. Questo nonostante i diversi pre allarmi inviati nei giorni scorsi dall'Ufficio tecnico.

ha spiegato, per poi aggiungere

Mi scuso con la cittadinanza per questo disservizio, faremo in modo che non capiti più.

Per fortuna c'è il Piano B

Segrate non è stata "sepolta" dalla neve perché per tempo si è attivato il "piano B" ossia la richiesta di aiuto alla famiglia Sirtori di Rovagnasco che con trattori e pale ha risolto subito le criticità iniziali. Un ringraziamento particolare è andato ai cittadini e ai commercianti che, con grande senso civico hanno pulito marciapiedi e spazi pubblici di loro pertinenza.

Le scuse di Rocchi

Il primo cittadino colognese Angelo Rocchi, invece, era stato attaccato pesantemente sui social per la cattiva gestione dell'emergenza. In tanti hanno segnalato la totale assenza di interventi preventivi, così come la lentezza nel porre rimedio ai disagi che la neve ha provocato.

Oggi è giusto che mi esponga anche a nome dell'intera Amministrazione per chiedervi scusa e per assumermi tutte le responsabilità legate a una gestione del piano neve a dir poco vergognosa.

Come denunciato dal collega segratese, anche Rocchi ha puntato il dito contro l'azienda incaricata del servizio.

Quanto previsto dal contratto non è stato minimamente rispettato e per questo abbiamo contestato l'inadempienza e provvederemo a notificare tutte le penali necessarie. Gli atti e le azioni necessarie per affrontare al meglio le precipitazioni erano state approntate dai nostri uffici, ma tali previsioni non si sono realizzate a causa dell'inottemperanza degli accordi da parte della ditta incaricata.

TORNA ALLA HOME.