Menu
Cerca

Premi produttività azzerati Sinistra Italiana: "Dalle promesse da bar al bastone"

Il segretario di SI, Michele Foggetta: "Scelta miope, contraria a quanto sostenuto in campagna elettorale"

Premi produttività azzerati Sinistra Italiana: "Dalle promesse da bar al bastone"
Politica 21 Ottobre 2017 ore 15:48

Sinistra Italiana attacca sulla scelta della Giunta di azzerare i premi produttività per i dipendenti comunali.

Una partita da 900mila euro

Secondo quanto emerso nel vertice di lunedì tra Comune e sindacati l'Amministrazione intende congelare i 900mila euro destinati ai dipendenti come incentivi e premi per gli obiettivi raggiunti. Soldi che sarebbero invece utilizzati per manutenzioni sul territorio.

Foggetta: "Scelta miope"

Una decisione criticata dal segretario di Sinistra Italiana Michele Foggetta. "L'Amministrazione comunale, mentre in campagna elettorale urlava la necessità e l'importanza di incentivare i dipendenti comunali, ora avrebbe azzerato il fondo di produttività. Scelta miope, in totale controtendenza rispetto al valore dell'incentivazione del personale esaltato e perseguito in ambito privato, che sottolinea quanto le promesse fatte in campagna elettorale fossero niente altro che chiacchiere da bar".

Scelta politica non dettata da difficoltà di Bilancio

Critiche che arrivano dopo i rilievi dei sindacati che hanno parlato di una scelta politica, non  dettata da difficoltà di Bilancio. "Quindi l'azzeramento del cosiddetto Fondo di produttività è solo una scelta politica". Sostiene il segretario di Sinistra Italiana. "Punitiva nei confronti di chi onestamente lavora e utile non solo a continuare una irritante ed infinita campagna elettorale fondata sul nulla, ma anche a perpetuare il gioco poco pulito e molto vigliacco di scaricare le proprie responsabilità politiche su chi ha precedentemente governato".