Menu
Cerca

Soddisfatto o rimborsato anche in concessionaria

Sempre più numerose le concessionarie che utilizzano questa formula magica

Soddisfatto o rimborsato anche in concessionaria
Economia Martesana, 15 Febbraio 2018 ore 06:41

Soddisfatto o rimborsato, formula che piace. Il diritto al ripensamento da parte della clientela, infatti, ha contribuito a dare forte impulso sia all'e-commerce, sia al commercio reale nel quale è inclusa la gran parte del mercato dell'auto, almeno per adesso.

Soddisfatto o rimborsato online

Prendendo in considerazione il web, si nota che lo scorso Natale la propensione agli acquisti su internet è cresciuta del 56% rispetto all'anno precedente. Lo afferma Deloitte nella tradizionale indagine Christmas Survey nella quale ha anche evidenziato che gli italiani in quanto ad acquisti online quest'anno si sono piazzati al terzo posto in Europa. In questo contesto il diritto di recesso è stato senz'altro determinante soprattutto per convincere gli indecisi.

Soddisfatto o rimborsato nel commercio reale

Tanti danno per scontato che comprando un prodotto personalmente in un luogo fisico, qualora non sia di gradimento, possano restituirlo. In realtà non è così. Non esistono norme di legge in merito. Però un fatto è certo, gli operatori commerciali che applicano la norma sono avvantaggiati. Anche in assenza di dati statistici, infatti, è lampante la ricaduta positiva che il concetto di "possibilità di reso" ha avuto nel commercio reale per quelle attività che hanno scelto di applicarlo.

Soddisfatto o rimborsato in concessionaria

Chiaramente dati generali che dimostrino l'efficacia della clausola "Soddisfatto o rimborsato" sul mercato dell'auto non ne esistono. Esistono però singoli casi che è interessante analizzare. Ci sono concessionarie, infatti, che da quando hanno introdotto la "formula magica" hanno visto decollare i propri affari.

L'esempio per riflettere

E' il caso delle concessionarie Autotorino che nel giugno 2017 hanno scelto di applicare la clausola "soddisfatto o rimborsato" a favore della clientela orientata all'usato. I dati parlano chiaro. Dal lancio a oggi, infatti, oltre 6.000 automobilisti hanno scelto una vettura usata selezionata tra quelle “Usato Prima Scelta” o “Chilometri Zero” disponibili nelle diverse sedi. Numeri di gran lunga superiori rispetto al passato.

Conclusioni

Il cliente che acquista l'auto in concessionaria è lo stesso che compra beni diversi dall’auto, online. Le tendenze di acquisto che si stanno consolidando nel digitale, pertanto, non potevano lasciare indifferente il mondo dell'auto.  L'applicazione della clausola soddisfatti o rimborsati  da un lato esalta i concetti di trasparenza e serietà che dovrebbero essere propri di ogni rivenditore, dall'altro prelude senza dubbio alla nascita di dealer online, con portali dedicati agli automobilisti destinati a realizzare numeri importanti.