Economia

Scuola del futuro di Melzo, "Adesso rendiamo le medie dei college"

La dirigente anche alle medie e ha lanciato la sfida: "Portiamo il modello inglese".

Scuola del futuro di Melzo, "Adesso rendiamo le medie dei college"
Economia Melzese, 09 Settembre 2018 ore 11:01

La scuola del futuro di Melzo è stata inaugurata ieri mattina. La dirigente anche alle medie e ha lanciato la sfida: "Portiamo il modello inglese".

Scuola del futuro inaugurata

La nuova scuola Ungaretti è stata inaugurata dal ministro all'Istruzione ieri mattina. "Non sarebbe risultato possibile concretizzare questo sogno nel cassetto senza il sostegno della Giunta, la disponibilità di risorse economiche e l'abnegazione del corpo docente - ha dichiarato la preside Stefania Strignano, ora reggente anche a Cernusco -. Ora vorrei adattare pure alle Medie il modello scelto rendendole quasi dei college all'inglese. Le pratiche sono avviate. Confidiamo di farcela entro il 2021".

Sinergia tra pubblico e privato

L'opera, edificata ex novo nel rispetto del sistema Building Information Modeling ritenuto fondamentale per improntare alla correttezza i rapporti tra privato (nel caso specifico, la Concessionaria di A58-TEEM) e pubblico (il Comune di Melzo, cha ha assunto la cabina di regia della trasposizione dalla carta millimetrata alla realtà), si era distinta sia per quanto concerne la valutazione dei moduli mirati alla riduzione del rischio di corruzione sia per ciò che riguarda l'attenzione al cronoprogramma.

scuola del futuro inaugurazione
Foto 1 di 8

(photogallery di Marco Bottani)

scuola del futuro inaugurazione
Foto 2 di 8
scuola del futuro inaugurazione
Foto 3 di 8
scuola del futuro inaugurazione
Foto 4 di 8
scuola del futuro inaugurazione
Foto 5 di 8
scuola del futuro inaugurazione
Foto 6 di 8
scuola del futuro inaugurazione
Foto 7 di 8
scuola del futuro inaugurazione
Foto 8 di 8

Banchi componibili e riscaldamento geotermico

La scuola è innovativa con dotazioni hi-tech all'avanguardia, riscaldamento geotermico, pannelli solari sul tetto, aule caratterizzate da banchi componibili ergonomici che spezzano il tradizionale schema della lezione frontale, lavagne interattive e sensori per la rilevazione costante di temperatura, umidità, anidride carbonica e luce.

Un tablet a ogni alunno

I programmi prevedono l'utilizzo del tablet da parte di ogni alunno, la consultazione di sussidiari elettronici e l'impiego di minuscoli robot dalle sembianze di api in grado di facilitare l'insegnamento parallelo dell'alfabeto e dei codici di linguaggio dei computer.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Seguici sui nostri canali