protesta

San Raffaele: con le catene ai polsi davanti all’ospedale per protesta FOTO E VIDEO

Manifestazione dei sindacati stamattina, mercoledì 13 maggio 2020.

Martesana, 13 Maggio 2020 ore 11:53

Con le catene ai polsi davanti al  San Raffaele per protesta. Stamattina, mercoledì 13 maggio, i delegati e le delegate sindacali dell’ospedale San Raffaele hanno manifestato  all’ingresso dell’ospedale, in via Olgettina 60,  per protestare contro le modifiche del contratto di lavoro.

San Raffaele, sindacalisti incatenati

“Da quando è stato fondato, le retribuzioni del personale del San Raffaele sono pari a quelle degli ospedali pubblici: infatti, il servizio erogato è pubblico e i rimborsi regionali hanno permesso nel tempo non solo la sostenibilità, ma anche gli investimenti e la crescita, che sono sotto gli occhi di tutti – hanno spiegato i rappresentanti dei lavoratori –  Anche nell’emergenza, tutto il personale infermieristico, di supporto, tecnico, della ricerca e amministrativo è stato coinvolto e si è occupato della salute pubblica. Un peggioramento delle condizioni economiche e normative, proprio nel momento in cui i lavoratori hanno dato il massimo dell’impegno, mettendo a rischio anche la propria salute e dei propri famigliari, sembra particolarmente fuori luogo: è stato anticipato dalla proprietà solo ad alcuni un premio una tantum, ma parallelamente vengono scippati i diritti conquistati in oltre quarant’anni di mobilitazioni, approfittando delle restrizioni dovute
all’emergenza sanitaria in corso”.

“Inoltre, per 782 lavoratori è stato avviato il ricorso al Fondo Integrazione Salariale (FIS) che taglierà gli stipendi di maggio e giugno – hanno proseguito  –  Le catene rappresentano le “mani legate” dei lavoratori, che non possono scioperare e manifestare la loro contrarietà al passaggio al contratto della sanità privata AIOP. Ma nello stesso tempo, i delegati e le delegate annunciano che sono pronti a spezzare queste catene perché, se la proprietà non rinuncerà alla modifica contrattuale, la protesta assumerà altre forme.  Questa è la prima di una serie di iniziative che verranno messe in campo, fino a che l’Amministrazione non tornerà sui suoi passi”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia