Menu
Cerca

Avvio di un nuovo business: 3 consigli per non sbagliare

Avvio di un nuovo business: 3 consigli per non sbagliare
Economia 26 Aprile 2021 ore 07:00

Quando si decide di avviare un nuovo business è bene prima eseguire un’analisi relativa al settore in cui si intende svolgere l’attività, poiché si devono effettuare investimenti di notevole importanza e quindi è fondamentale non commettere nessun errore. Ecco di seguito quali sono i macro elementi che è utile  considerare per l’avvio di un nuovo business in sicurezza e per prevenire gli errori.

Come scegliere il luogo

La scelta del luogo è il primo passo ed è molto determinante sul fattore vendite.  Gli aspetti su cui è utile focalizzarsi sono:

  • Identificare e inquadrare il proprio target: ovvero analizzare abitudini e stile di vita delle persone a cui ci si rivolge, per avere un quadro preciso di quale possa essere il luogo giusto;
  • Analisi del territorio: concerne nel sapere valutare il traffico sia con i mezzi di trasporto privati che pubblici, presenza di più luoghi di ritrovo, passaggio di persone a piedi, uffici, attrazioni artistiche e turistiche, scuole, oltre alla possibilità di avere nelle vicinanze un parcheggio pubblico oppure a pagamento;
  • Analizzare la possibile concorrenza: l’aspetto concorrenziale diretto sul territorio interessato è molto rilevante al fine del raggiungimento di ottimi obiettivi, oltre ad avere un quadro più chiaro sulle proprie probabilità di business.

Gli aspetti fondamentali da gestire 

Prima di avviare il proprio business sono molti gli aspetti che vanno considerati, alcuni riguardano proprio l’ambiente di lavoro che si andrà a creare. Infatti, è bene progettare un ambiente funzionale, che da una parte offra una grande flessibilità degli spazi e dall’altra garantisca comfort per i dipendenti. Tali aspetti possono riguardare ad esempio delle aree di lavoro open space integrate ad altri locali di relax e multifunzionali e sale per focus work e per videoconferenze. Ma non solo, anche la scelta e l’organizzazione di una connessione internet per le aziende che non crei disagio, come nel caso della rete FWA+ di Linkem che permette di utilizzare in maniera sicura sia i dispositivi fissi che quelli mobili. In merito a ciò, si consiglia prima di scegliere una determinata compagnia, di valutare le diverse possibilità al fine di poter individuare quale sia il gestore che più di altri offre alle aziende dei piani di connessione ideali per la propria attività. 

Come sostenere l’attività nel tempo

Se l’azienda sta attraversando un periodo positivo in cui la sua crescita è in continua ascesa, è bene considerare delle regole ben precise, al fine di non lasciarsi coinvolgere dalla situazione e non riuscirla a gestire. Ecco in cosa consistono:

  • All’occorrenza dire di no: non tutti i clienti hanno delle idee di business che possono considerarsi remunerative. Ad esempio per una impresa medio-piccola a volta  scegliere di ampliare la propria linea di servizi o prodotti può non essere la scelta giusta;
  • Valutare e applicare il diagramma di Eisenhower: quando un’azienda è in crescita è compito dell’imprenditore occuparsi di tutti gli aspetti più importanti.

In conclusione, non è per nulla semplice strutturare un nuovo business partendo da zero e senza commettere errori. Per questo è importante procedere con cautela nei diversi step di creazione, ma anche nella gestione dell’attività, una volta messa in piedi.