Economia
La nota sindacale

Lavoratori Verti in sciopero contro gli esuberi. In corso il presidio sotto il palazzo della Regione

"Dopo quasi 4 mesi dalla dichiarazione di 325 esuberi "strutturali" nessuna intesa è stata raggiunta".

Lavoratori Verti in sciopero contro gli esuberi. In corso il presidio sotto il palazzo della Regione
Economia Martesana, 09 Marzo 2022 ore 12:03

In corso lo sciopero dei lavoratori di Verti (gruppo Mapfre), azienda con sede a Cologno, che oggi si fermano per l'intera giornata contro gli esuberi. Una delegazione è in presidio sotto la sede di Regione Lombardia.

Lavoratori Verti in sciopero contro gli esuberi. I sindacati "Nessuna intesa raggiunta"

"Dopo quasi 4 mesi dalla dichiarazione di 325 esuberi "strutturali" - si legge nella nota diffusa dai Cgil, Cisl e Uil - nessuna intesa è stata raggiunta nei vari incontri che hanno visto confrontarsi con l'azienda Segreterie Nazionali, Territoriali ed RSA aziendali".

"Ancora una volta rigettiamo in toto il piano di ristrutturazione che l'azienda intende perseguire per imporre il suo "nuovo modello produttivo" nel quale inoltre, sempre secondo i suoi intenti, 114 lavoratori verrebbero "travasati" - su base volontaria - in aziende esterne, per fare le stesse attività che ora svolgono all'interno, ma con orario, salari e tutele drasticamente ridotti e senza alcuna tutela occupazionale".

"In nessun modo possiamo avallare questo progetto - scrivono ancora i sindacati - che oltre a non essere giustificato da alcuno stato di crisi dichiarato, vedrebbe il completo annientamento di tutte le strutture di Contact Center interno e la drastica riduzione di tutti gli altri reparti. Quali garanzie occupazionali e di condizioni di lavoro avranno i 280 lavoratori restanti, non è dato sapere".

Alcune foto del presidio in corso a Milano: 

WhatsApp Image 2022-03-09 at 10.55.30 (2)
Foto 1 di 4
WhatsApp Image 2022-03-09 at 10.55.30 (3)
Foto 2 di 4
WhatsApp Image 2022-03-09 at 10.55.30 (1)
Foto 3 di 4
WhatsApp Image 2022-03-09 at 10.55.30
Foto 4 di 4

Non è un fatto isolato

Ciò che accade oggi in Verti, prosegue la nota sindacale, non è un fatto isolato: "guardando al settore intatti vi sono altre due vertenze con contenuto simile, la vicenda Zurich, con la cessione di 80 lavoratori ad un'azienda esterna (GamaLife) e la vicenda BNL, con l'espulsione di 900 lavoratori fuori dal perimetro del gruppo e del settore".

"Esternalizzazioni di attività ed esuberi di personale - proseguono Cgil, Cisl e Uil - sono dunque una tendenza che, crediamo, vada affrontata e contrastata nelle singole aziende, ma anche, e soprattutto, a livello di settore".

L'appello alle istituzioni

Infine un invito affinché le istituzioni facciano la loro parte:

"Noi pensiamo che in questa vicenda anche le istituzioni debbano fare la loro parte: non può passare sotto silenzio il fatto che oggi, all'uscita della pandemia e in un contesto economico precario e incerto, visti gli ultimi sviluppi della situazione internazionale e della guerra, la multinazionale spagnola Mapfre scarichi la sua spregiudicata ricerca del profitto sui 325 lavoratori e sulle loro famiglie".

 

Seguici sui nostri canali