Sulle barricate

La protesta di un ristoratore di Gessate: “Troppo poco lo sconto sulla Tari, siamo alla canna del gas”

Giuseppe Costanzo: "Quest'anno ho incassato il 50% dell'anno scorso".

La protesta di un ristoratore di Gessate: “Troppo poco lo sconto sulla Tari, siamo alla canna del gas”
Economia Cassanese, 07 Novembre 2020 ore 17:28

La protesta di un ristoratore alle prese con la crisi dovuta all’emergenza sanitaria che ritiene troppo contenuto lo sconto sulla tassa rifiuti promosso dal Comune di Gessate.

Tari, sconto troppo basso: la protesta di un ristoratore

Giuseppe Costanzo è un ristoratore gessatese alle prese con le difficoltà che si è trovato costretto ad affrontare a causa dell’emergenza sanitaria. E promette battaglia.  “Il Comune ha detto che ha fatto uno sconto del 25% sulla tassa rifiuti – ha osservato – In realtà si tratta solo del 10-12% dal momento che riguarda solo la parte variabile. Siamo alla canna del gas e quest’anno ho incassato la metà rispetto al 2019”.

Il Comune poteva fare di più?

Secondo Costanzo l’azione di supporto del Comune avrebbe potuto essere più consistente e soprattutto prendere il via da quest’anno invece che essere spalmata sul triennio successivo. “Voglio andare a fondo a questa vicenda – ha spiegato – L’approfondirò con la Confcommercio. Inoltre un deputato ha intenzione di presentare un’interrogazione in Parlamento”.

Sulla questione è intervenuto anche l’assessore alle Politiche per lo sviluppo economico Amos Valvassori.  “Quando facciamo una scelta dobbiamo guardare a 360 gradi – ha spiegato – Capisco la sua arrabbiatura, per lui lo sconto può essere poco, ma per avere la copertura il Comune ha dovuto sborsare 66mila euro”.

L’articolo sul numero del giornale in edicola e on line nello sfogliabile per smartphone, tablet e pc da sabato 7 novembre

 

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli