Ispezione Asl alla scuola materna di Rivolta

L'istituto ha 15 giorni di tempo per mettersi in regola.

Ispezione Asl alla scuola materna di Rivolta
23 Marzo 2018 ore 19:44

Ispezione Asl alla scuola materna di Rivolta. Gli ispettori sono entrati nell’istituto e hanno individuato criticità nella pulizia e nella conservazione degli alimenti. Ancora guai insomma dopo l’acceso dibattito a Treviglio per il ritrovamento di un verme in un piatto di fagiolini, alla materna “Marta”.

Ispezione Asl alla materna

Ispettori sanitari alla scuola materna, e se non è bocciatura poco ci manca. Scarsa pulizia e cibi nel congelatore con una data di scadenza antecedente al giorno dell’ispezione. Una nuova doccia fredda per la Fondazione che gestisce l’istituto scolastico, che arriva dopo varie grane. Quelle sindacali con le insegnanti e la denuncia di due genitori dopo l’incidente occorso a una bambina. E in paese non si parla d’altro, dopo la diffusione di una circolare firmata «Le rappresentanti» mercoledì pomeriggio. E’ stata consegnata ai bambini e alle insegnanti. Nemmeno il tempo di digerire l’intrusione nell’edificio avvenuta solo la notte prima, che il corpo docente e le famiglie hanno dovuto fare i conti con questa nuova tegola sulle loro teste.

Segnalazione di una mamma

L’ispezione è stata effettuata giovedì 8 marzo, durante l’ora di pranzo, in seguito alla segnalazione di una mamma. Da tempo, infatti, i pasti e il menù offerti dall’istituto non sono graditi a tutti i genitori. Lamentano la mancanza di una differenziazione a seconda delle stagioni e di varietà negli alimenti. Non piace nemmeno che gli alunni, durante la giornata, bevano l’acqua direttamente dal rubinetto:, infatti per una questione di igiene si preferirebbe una brocca con tazze personalizzate o un dispenser con bicchieri di plastica.
Ma durante la visita a sorpresa, gli ispettori hanno riscontrato ben altre criticità.

«Riunione segreta»

Il verbale dell’ispezione è giunto alla Fondazione venerdì scorso e ieri sera il presidente Massimo Cagna ha convocato una riunione per discuterne con il Cda, la direttrice e le 16 rappresentanti di classe. Sono invece rimaste escluse le insegnanti. A non saperne niente anche il resto dei genitori. Per cui, quando la circolare è arrivata nelle loro mani qualcuno ha parlato di «riunione segreta» e non ha gradito. Ancor meno ha gradito il contenuto.

Scarsa pulizia in cucina

«Nel verbale dell’ispezione purtroppo si evidenziano anche delle mancanze – si legge – Sono state fatte osservazioni in merito a pulizia e ordine della cucina che gli ispettori non hanno ritenuto idonei. Inoltre sono stati trovati degli alimenti all’interno del congelatore che riportavano una data di scadenza antecedente alla data dell’ispezione. Una precisazione: i cibi erano stati congelati quando erano ancora non scaduti. L’errore è stato non etichettarli con la data di congelamento. Mai nessun cibo scaduto è stato servito i bambini o al corpo docenti. L’Asl ha giudicato il servizio nel complesso discreto e ha dato all’asilo 15 giorni tempo per sistemare tutto, dopodiché gli ispettori usciranno nuovamente per verificare che tutto sia idoneo».

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia