Dopo le polemiche

Finalmente al lavoro i percettori del Reddito di cittadinanza

A Trezzano Rosa, Grezzago e Pozzo d'Adda partono finalmente i Progetti utili alla collettività.

Finalmente al lavoro i percettori del Reddito di cittadinanza
Economia Trezzese, 25 Maggio 2021 ore 15:25

C'è voluto tempo, ma ora chi riceve il Reddito di cittadinanza a Trezzano Rosa, Grezzago e Pozzo d'Adda potrà lavorare nell'ambito dei Puc, i Progetti utili alla collettività. I numeri sono ancora ridotti, ma si tratta di un passo in avanti fondamentale, dopo mesi di polemiche.

Reddito di cittadinanza: partono i Puc a Trezzano, Grezzago e Pozzo

E' passato quasi un anno da quando le Amministrazioni di Trezzano Rosa, Grezzago e Pozzo d'Adda hanno avanzato le loro proposte per i Puc. In sostanza, progetti semplici per coinvolgere i percettori del Reddito di cittadinanza in lavori sul territorio: dalla pulizia di strade e parchi, alla piccola manutenzione del verde pubblico, fino alla gestione delle entrate e delle uscite dai plessi scolastici. Nei mesi però non sono mai partiti. Colpa in parte della pandemia e in parte di un iter complesso, che ha rallentato il lavoro di Offerta sociale, l'azienda speciale che si occupa di questi servizi nel Trezzese e nel Vimercatese. Non erano mancate anche le polemiche, con i sindaci e le Giunte che avevano più volte chiesto di trovare una soluzione, che finalmente è arrivata.

Nove persone per otto ore settimanali

I percettori del Reddito di cittadinanza coinvolti attualmente nei Puc sono nove, così distribuiti: tre a Grezzago, due a Trezzano Rosa e quattro a Pozzo d'Adda. Potrebbero però aumentare già nelle prossime settimane. L'impegno richiesto è di otto ore settimanali.

Certo non è ideale iniziare ora, come è successo per noi, un progetto che riguarda le scuole - ha sottolineato il vicesindaco di Pozzo d'Adda Carlo Colnago - Era importante però dare un segnale. Questa fase servirà alle persone per capire il tipo di lavoro che dovranno fare ed essere pronti per settembre.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell'Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 22 maggio 2021.